logo

La festa dei lavoratori o festa del "Primo Maggio" nasce a Parigi il 20 luglio del 1889. Durante il congresso della Seconda Internazionale in Francia venne lanciata la proposta di istituire questa festa. Nella stessa sede venne grande manifestazione per chiedere alle autorità pubbliche di ridurre la giornata lavorativa a otto ore.

 Ma Perché proprio il 1° maggio? Si optò per il 1° maggio perché tre anni prima, nel 1886, una manifestazione operaia a Chicago era stata repressa nel sangue. A metà del 1800, infatti, i lavoratori lavoravano anche 16 ore al giorno, in pessime condizioni, e spesso morivano sul luogo di lavoro. Il 1° maggio 1886 ci fu uno sciopero generale in tutti gli Stati Uniti per chiedere di ridurre la giornata lavorativa a 8 ore. La protesta che durò 3 giorni e finì con il massacro di Haymarket il 4 maggio, dove morirono 11 persone.

Ben presto la festa si allargò in tutta Europa ed oltre e l’iniziativa divenne il simbolo delle rivendicazioni degli operai che in quegli anni lottavano per avere diritti e condizioni di lavoro migliori. Anche se la risposta di molti governi finì nella repressione, il 1° maggio del 1890 registrò un’altissima adesione. Oggi quella data è festa nazionale in molti Paesi tra cui Cuba, Russia, Cina, Messico, Brasile, Turchia e nei Paesi dell’Europa. Nel 1923, sotto il fascismo venne abolita questa festa che confluì nel Natale di Roma (21 aprile), data di fondazione della Capitale, nel 753 a. C.

 Nel 1947 la festa del lavoro e dei lavoratori divenne ufficialmente festa nazionale anche in Italia.

Buona festa a tutti!!!