logo

Non rispettavano la normativa sulla gestione dei rifiuti.

Manfredonia (FG), una puntuale attività di controllo del territorio finalizzato alla verifica del rispetto della normativa per la gestione dei rifiuti, iniziata alla fine di dicembre 2015 ha condotto il Corpo Forestale dello Stato con gli Agenti del Comando Stazione Forestale di Manfredonia e del N.I.P.A.F.(Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale) del Comando Provinciale di Foggia nella zona PIP del comune di Manfredonia dove hanno accertato il mancato rispetto della normativa per la gestione dei rifiuti da parte dell’A.S.E. l’Azienda Servizi Ecologici spadi Manfredonia.

Le violazioni contestate dal Corpo Forestale dello Stato hanno determinato il sequestro penale di due siti utilizzati per la gestione dei rifiuti provenienti dal comune di Manfredonia da parte dell’ A.S.E. s.p.a.

Le due aree, ubicate nella Zona PIP in località Pariti di Caniglia, del comune di Manfredonia non erano conformi a quanto previsto per legge in quanto non possedevano i requisiti previsti per l’attività di gestione dei rifiuti che in esse veniva effettuata.

I siti sottoposti a sequestro, poco distanti l’uno dall’altro, sono stati dati in custodia giudiziaria al responsabile dell’A.S.E. a disposizione del’A.G.

Sono in corso ulteriori accertamenti di merito sui siti e sulle attività in esse eseguite.