ATTIVITA’ STRAORDINARIA DI CONTROLLO DEL TERRITORIO DA PARTE DEL CORPO FORESTALE DELLO STATO DELLA PROVINCIA DI FOGGIA – FINALIZZATO AL CONTROLLO DELL’ATTIVITA’ VENATORIA E REPRESSIONE DEL FENOMENO DEL BRACCONAGGIO

Alle prime luci dell’alba di Domenica 5 settembre, il Corpo forestale dello Stato ha dato avvio ad una vasta attività di controlli straordinari del territorio, che hanno riguardato l’intera provincia di Foggia, si apprende dal Comando Provinciale del Corpo forestale di Foggia, è iniziata in concomitanza dell’apertura della nuova Stagione Venatoria.

Notevole lo schieramento di forze messe in campo dalla Forestale con circa 30 pattuglie e 90 uomini, appartenenti al Comando Provinciale e al Coordinamento Territoriale per l’Ambiente.

I controlli, che sono stati effettuati in quasi tutte le aree rurali della provincia di Foggia, comprese le zone umide e i territori ricadenti all’interno del Parco Nazionale del Gargano, si sono principalmente concentrati sull’attività di controllo venatorio, controllo della circolazione stradale e del territorio.

Durante tali attività di Polizia sono state controllate oltre 100 persone e 40 veicoli, sono stati perlustrati nr. 12 casolari abbandonati solitamente utilizzati da malviventi come nascondiglio di armi e sostanze stupefacenti.

Al termine delle attività di controllo, sono state denunciate nr. 2 persone per violazione alle norme venatorie con contestuale sequestro di nr. 2 Fucili da caccia calibro 12 e diverse munizioni a pallettoni.