logo

CONTINUA L’ATTIVITÀ DI VIGILANZA NEL PARCO NAZIONALE DEL GARGANO PER IL CONTRASTO AL BRACCONAGGIO DA PARTE DEI MILITARI DEL RAGGRUPPAMENTO CARABINIERI PARCHI – REPARTO P.N. “GARGANO” DI MONTE SANT’ANGELO.
Alcuni giorni fa i Carabinieri Forestali della Stazione di Sannicandro G.co Bis durante il servizio di pattugliamento del territorio volto a reprimere i reati in materia di attività venatoria, sorprendevano in loc “Selva della Rocca”, Agro di Apricena (FG), Zona 2 del Parco Nazionale del Gargano, n. 7 (sette) persone, vestite con abbigliamento da caccia nei pressi di auto posteggiate in un fondo.
All’atto del controllo risultavano in possesso di fucili da caccia con relativo munizionamento in assenza della prescritta autorizzazione al trasporto di armi e munizioni all’interno dell’area protetta, in violazione art. 11 c 3 lett. f e art. 30 c. 1 Legge 394/1991.
Si precisa che l’autorizzazione è rilasciata dall’Ente Parco nazionale.
Pertanto i soggetti venivano deferiti all’Autorità Giudiziaria mentre le armi, complete di fodero, e le munizioni sottoposte a sequestro.