Cronaca - Monte S. Angelo Notizie - ilgiornaledimonte.it

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

questo sito non fa raccolta dati degli utenti, pertanto non è soggetta al GDPR.

 EVENTUALI BANNER PRESENTI NEL SITO POTREBBERO FARE RACCOLTA DATI NON DIPENDENTI DA NOI. 

logo

Nei giorni scorsi personale del Commissariato P.S. di Manfredonia, unitamente a colleghi della Squadra Mobile della Questura di Foggia, sottoponeva a fermo, disposto dall’Autorità Giudiziaria, L. B., classe 1995, autore dell’aggressione in danno del compaesano P. A. P., avvenuta il 7 aprile 2016 – a tarda sera – su Corso Matino a Mattinata.

REPERTI ARCHEOLOGICI: Tombaroli in azione, l’attività di polizia del CORPO FORESTALE DELLO STATO gli blocca nei campi.

ORDONA 29/03/2016 - L’attività di controllo del territorio del Corpo Forestale dello Stato ha permesso di sventare un altro colpo al patrimonio archeologico del sito archeologico di Herdonia.

FOGGIA: 23/03/2016 - Continua senza sosta l’attività di controllo del territorio del Corpo Forestale dello Stato congiuntamente alla Polizia Ferroviaria e alla Polizia Provinciale di Foggia  finalizzata al contrasto dei furti di rame e materiali ferrosi sull’intero territorio provinciale.

Manfredonia (FG), l’attività di controllo del territorio finalizzato alla verifica del rispetto della normativa per la gestione dei rifiuti, ha condotto il Corpo Forestale dello Stato con il personale del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale di Foggia ed il personale del Comando Stazione di Foggia e Lago Salso, presso l’impianto E.T.A. s.r.l. ( inceneritore Marcegaglia) loc.tà Paglia agro del Comune di Manfredonia dove è stata individuata una motrice carica di rifiuti il cui contenuto aveva fatto scattare i dispositivi di allarme dell’impianto per la possibile presenza di campi di radiazioni ionizzati.

Non rispettavano la normativa sulla gestione dei rifiuti.

Manfredonia (FG), una puntuale attività di controllo del territorio finalizzato alla verifica del rispetto della normativa per la gestione dei rifiuti, iniziata alla fine di dicembre 2015 ha condotto il Corpo Forestale dello Stato con gli Agenti del Comando Stazione Forestale di Manfredonia e del N.I.P.A.F.(Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale) del Comando Provinciale di Foggia nella zona PIP del comune di Manfredonia dove hanno accertato il mancato rispetto della normativa per la gestione dei rifiuti da parte dell’A.S.E. l’Azienda Servizi Ecologici spadi Manfredonia.

I Carabinieri della Tenenza di Vieste, congiuntamente a quelli della Compagnia di Riccione, hanno dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dall’Ufficio del G.I.P. presso il Tribunale di Rimini su richiesta di quella Procura della Repubblica nei confronti del trentacinquenne C. L. e del venticinquenne M. G., accusati del reato di rapina aggravata in concorso.

Assunzioni in nero, documenti falsi, nazionalità falsificata, sono alcuni dei reati contestati dalla Guardia di Finanza a chi ieri si è visto indossare le manette ai polsi. L’Operazione Malebolge tuttavia ha diverse tranche e tra queste si presume il coinvolgimento di esponenti mafiosi locali con il preciso compito di controllare il traffico umano, il denaro incassato e porre soluzioni laddove vi fossero controversie sulla loro modalità truffaldina di documentare l’immigrato. Stando a quanto finora emerso, gli agenti delle Fiamme Gialle avrebbero rinvenuto un tariffario per regolare la posizione degli immigrati clandestini.

Fiamme Gialle arrestano 24 persone e sequestrano beni per un valore di circa 4 milioni di euro

I militari del Comando Provinciale di Foggia, all’esito di articolate indagini coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia, hanno individuato e disarticolato una radicata organizzazione criminale dedita alle frodi ai danni dello Stato ed al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Alle 19 e 30 di ieri sera, nel centro di Volturino, tre soggetti con il volto travisato ed armati di pistola si introducevano all’interno della gioielleria “D’APOLLONIO” e dopo aver immobilizzato il proprietario, asportavano vari preziosi e denaro contante per un valore complessivo pari a circa 10.000 euro.

È successo nella serata di ieri. 07 marzo. Tre malviventi incappucciati e armati si sono introdotti all'interno della gioielleria "D'Apollonio" in pieno centro abitato e minacciando il titolare di sono fatti consegnare i preziosi e il denaro presente in cassa.

Foggia 03 marzo, il Comando Stazione Forestale di Foggia ha individuato un capannone utilizzato come cimitero delle auto rubate durante una attività di polizia finalizzata al controllo del territorio. Diverse le carcasse ritrovate.

Durante l’attività di controllo del territorio il personale del Comando Stazione Forestale di Foggia ha individuato un capannone abbandonato nelle campagne di Foggia in loc.tà Borgo Mezzanone utilizzato come cimitero di auto rubate.