Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

questo sito non fa raccolta dati degli utenti, pertanto non è soggetta al GDPR.

 EVENTUALI BANNER PRESENTI NEL SITO POTREBBERO FARE RACCOLTA DATI NON DIPENDENTI DA NOI. 

logo

I Carabinieri della Stazione di Torremaggiore hanno tratto in arresto con l’accusa di contrabbando di tabacchi lavorati esteri due cittadini rumeni G.  B.  C., 25 anni e O. I., 30 anni.

I Carabinieri della Stazione di Lucera hanno tratto in arresto S. G., 53enne, agricoltore, di Lucera, ritenuto responsabile del reato di evasione. Lo stesso, in atto sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in occasione di controllo effettuato dai Carabinieri, non veniva trovato in casa.

(foto dalla rete)

Un caso davvero particolare quello che si sono trovati di fronte i Carabinieri della Stazione di Cerignola che, durante un regolare servizio di controllo del territorio, hanno bloccato una donna che stava aggredendo la sua vittima, un’altra donna di 34 anni.

I Carabinieri della Compagnia di Manfredonia hanno rintracciato e tratto in arresto G. G., 36 anni, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso nei suoi confronti dalla Procura della Repubblica presso il  Tribunale di Foggia – Ufficio Esecuzioni Penali. L’uomo dovrà espiare la pena residua definitiva di un anno, sette mesi e venticinque giorni di reclusione a seguito di diverse condanne a suo carico.

MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA: UN ARRESTO DEI CARABINIERI

I Carabinieri della Stazione di Rodi Garganico hanno tratto in arresto Campobasso Giuliano, classe ’76, residente in Rodi Garganico, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Foggia su richiesta della locale Procura della Repubblica, poiché gravemente indiziato del reato di maltrattamenti in famiglia.

 ACCOLTELLAMENTO AL MERCATO ROSATI. ARRESTATO ANCHE IL FRATELLO COMPLICE

I Carabinieri di Foggia hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere nei confronti di C. M., 34enne, gravemente indiziato di tentato omicidio, in concorso con il fratello Luigi, già arrestato nella flagranza del reato lo scorso 13 settembre, ai danni del cittadino nigeriano Eboighe Godwin.

Monte Sant’Angelo – I Carabinieri della Stazione di Monte Sant’Angelo hanno dato esecuzione ad ordinanza di applicazione di misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Foggia su richiesta di quella Procura della Repubblica, nei confronti di Iodice Felice, 43 anni e Modesto Giuseppe, 38 anni, entrambi di Trinitapoli, gravemente indiziati di furto aggravato in concorso.

Una attività congiunta effettuata da personale dell’arma dei Carabinieri e del Corpo Forestale dello Stato ha permesso di fermare e denunciare quattro persone di Vico del Gargano per attività venatoria illecita e porto abusivo di arma.

D.M.M., di anni 18, nata a San Giovanni Rotondo e residente a Vieste;

C.M., di anni 18, nato a San Giovanni Rotondo e residente a Vieste;

Z.E. di anni 18, nato a San Giovanni Rotondo e residente a Vieste;

Non c'è tregua per la politica montanara, ancora una volta è stato preso di mira un componente della maggioranza in carica, a farne le spese è stata l'auto del consigliere Damiano Totaro, consigliere di maggioranza ma in rotta di collisione con l'attuale sindaco, dopo che lo stesso ha sfiduciato l'assessore Mazzamurro.