ROSA CICOLELLA, PRESIDENTE DELLE PARI OPPORTUNITÀ DELLA PUGLIA A “CULTURALMENTE IMPEGNATO”.

Ospite Rosa Cicolella per un confronto sul ruolo della donna in Puglia, parità di genere e femminicidio.

 Andrà in onda domani sera - venerdì 28 novembre 2014 dalle ore 21:00 su Manfredonia Tv (Canale 645 del Digitale Terrestre e in streaming su www.manfredoniatv.it) -,  l’appuntamento settimanale con “Culturalmente Impegnato”, il format culturale dell’emittente sipontina condotto da Felice Sblendorio.

Nella prima parte del programma spazio alle “Opinioni a Confronto” con Michele Apollonio (Gazzetta del Mezzogiorno) e Francesco Pesante (L’Immediato.net). Concluderà la prima parte del programma la rubrica satirica curata dal vignettista Carlo Devanna.

 Nel cuore del programma “L’Intervista” con il personaggio della settimana. Nella quarta puntata del programma si parlerà di cultura e di pari opportunità. Ospite della puntata sarà Rosa Cicolella, Presidente della Commissione delle Pari Opportunità della Regione Puglia. Nel corso dell’intervista verrà illustrato il ruolo e le finalità della Commissione Pugliese, presieduta dal febbraio 2012 dalla docente foggiana Cicolella. Un dibattito interessante che spazierà dal ruolo della donna nei territori di Capitanata e della Puglia, per approfondire la parità di genere all’interno dei consigli comunali e regionali. Durante l’intervista verrà presentata la petizione “50e50 – Mai Più Senza”, la nuova battaglia delle donne pugliesi per ottenere le norme di rappresentanza di genere all’interno della nuova legge elettorale per le prossime elezioni regionali. Non mancherà un confronto sui dati del Femminicidio in Capitanata e in Puglia, sottolineando l’importanza di un dialogo continuo su queste tematiche anche dopo la Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne.

 Nell’ultima parte del programma spazio ai libri. “15 Minuti con L’Autore” per presentare le nuove proposte editoriali del territorio. L’ospite della puntata sarà la psicologa- psicoterapeuta dell’Asl di Foggia, Orietta Scircoli, autrice del libro: “Amor Vincit Omnia” – Andrea Pacilli Editore.  Il libro – che parla prevalentemente di amore e morte – è scritto da una profonda conoscitrice dell’animo umano e dei risvolti psicologici, che un dolore atroce come quello del lutto, può provocare. L’autrice dona un messaggio universale, utile a riconciliarsi con la morte, prima che essa venga ad interrompere il nostro dialogo con la vita. “Proprio perché la morte non è la parola ultima si può scrivere su di essa”.

 Perché seguirci? Perché la cultura arricchisce (sempre), perché la cultura permette di superare tutti i limiti e perché la cultura è (libertà) di espressione e di parola.