Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

questo sito non fa raccolta dati degli utenti, pertanto non è soggetta al GDPR.

 EVENTUALI BANNER PRESENTI NEL SITO POTREBBERO FARE RACCOLTA DATI NON DIPENDENTI DA NOI. 

logo

Per il 25 settembre 2016, Axis Mundi ha annunciato e poi concretizzato la “Cerimonia di benedizione” presieduta ed eseguita da Sua Eminenza il Vescovo di questa Diocesi, Monsignor Michele Castoro.

La cerimonia è stata presenziata anche dal rettore della Sacra Basilica padre Ladislao Suchy e da alcuni parroci della Città, fra i quali spiccava la presenza del loro decano Don Andrea Starace.

Il 6 di settembre 2015 a Monte Sant’Angelo nasce un, così citato, museo multimediale.

La società Axis Mundi S.r.l., nata nella nostra Città, Monte Sant’Angelo, la città dell’Arcangelo Michele sede Unesco, con lo scopo imprenditoriale di impegnarsi nella gestione di contenitori culturali, come musei e biblioteche, con un approccio innovativo dato dalla capacità di ideare ed organizzare eventi ed allestimenti con l’uso integrato di tecniche multimediali, ne è l’impresa titolare e istitutrice.

Al sentir citare, al leggere, al parlarne, il termine ”museo multimediale”, nel gergo dei nostri tempi, quasi potrebbe anche non attirare più l’attenzione, non fare più effetto, tanto siamo immersi ormai nella tecnologia virtuale, multimediale, ipermediale, invece NO, e si davvero NO, il Museo Multimediale IL SENTIERO DELL’ANGELO bisogna visitarlo, bisogna immergersi nella sua realtà per intendere cosa è per davvero e quali emozioni e quali sensazioni produce nel visitatore.

Il Museo è nato dall’idea della Società Axis ed è stato progettato ed elaborato da “ Studio Azzurro”, il gruppo di artisti dei nuovi media, fondato nel 1982 da Fabio Cirifino (Fotografia), Paolo Rosa (arte visiva e cinema) e Leonardo Sangiorgi (grafica) a Milano e definito dallo stesso Paolo Rosa una "bottega d'arte contemporanea" che "non ha regole stabilite", che opera da oltre trent’anni e oggi risulta essere la più prestigiosa realtà di produzione di Arte con l’uso delle nuove tecnologie.

Gli Ideatori nel definire il loro intento così si esprimono : “. L’idea portante è stata quella di voler raccontare al visitatore di oggi, un po’ turista e un po’ pellegrino, la leggenda delle apparizioni dell’Arcangelo Michele. Per farlo con efficacia abbiamo concepito di allestire un percorso capace di stupire, emozionare il visitatore per rievocare la meraviglia che da millenni suscitano le apparizioni dell’Arcangelo Michele, provare a ridestare l’emozione davanti alla testimonianza del miracolo, accompagnare nel cammino della conoscenza attraverso la riscoperta dei segni che un tempo nutrivano l’anima dei pellegrini. Nel farlo bisognava evitare di cadere nella banale operazione commerciale che spesso si abbina all’uso spettacolare delle nuove tecnologie per la fredda scolastica riproposizione dei contenuti. Così ci siamo proposti di raccontare il nostro patrimonio culturale attraverso la creazione di nuova arte: non saccheggiare bensì arricchire il tema che abbiamo scelto di valorizzare, cercando di avvicinare l’idea di risorsa culturale al concetto di utilità economica. In questo modo il nostro “prodotto” si propone come scintilla per riaccendere l’interesse del visitatore completando la sua visita al Santuario”.

Dopo la cerimonia di benedizione Matteo Gabriele ha accompagnato tutti i presenti in una visita alla istallazione e ha illustrandone ogni parte e particolare.

Orbene, devo concludere che non è la solita struttura multimediale, la musealità della struttura non ha nulla a che vedere con la normale solita teoria di elementi ma un’immersione all’interno di effetti, suoni e voci esplicative che ti inghiottono, ti avvolgono e ti rendono quasi partecipe degli eventi che presenta. Insomma è un’esperienza che bisogna fare, una visita che si deve effettuare.

Miky Lauriola