Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

questo sito non fa raccolta dati degli utenti, pertanto non รจ soggetta al GDPR.

 EVENTUALI BANNER PRESENTI NEL SITO POTREBBERO FARE RACCOLTA DATI NON DIPENDENTI DA NOI. 

Il 1 aprile doppio appuntamento per la scrittrice: la mattina progetto-lettura con gli studenti della scuola “Ugo Foscolo”, nel pomeriggio presentazione del volume in libreria

Un cane aiuta a trovare equilibrio e serenità, è educativo per i bambini e di compagnia e di stimolo per gli anziani. È proprio al suo amato amico a quattro zampe che la scrittrice, blogger e giornalista Antonella Boralevi ha dedicato “Byron - Storia del cane che mi ha insegnato la serenità”, il suo ultimo libro che lei stessa presenterà a Foggia sabato 1 aprile con un doppio appuntamento: alle 11.30 alla scuola media “Ugo Foscolo” dove l’autrice terrà un progetto lettura con le prime classi e alle 18,30 presso la Libreria Mondadori di via Oberdan a Foggia.

Apprezzata penna della stampa italiana da oltre trent’anni, la scrittrice fiorentina affronta nel suo ultimo lavoro - il sedicesimo tra letteratura e saggistica- il rapporto che si instaura tra l’uomo e l’animale domestico per eccellenza. Lo fa partendo dalla propria esperienza personale come padrona del bassotto tedesco che dà il nome al libro, intrecciandola con studi scientifici che dimostrano l’effetto benefico di un cane sulle relazioni familiari, sullo sviluppo psicofisico dei bambini e sulla salute dei padroni.

Con parole commosse e lievi, alternando momenti divertenti e divertiti, la Boralevi descrive il ruolo che i cani hanno assunto nella vita quotidiana, in un volume leggero ma molto profondo.

A conversare con l’autrice sarà la giornalista Marzia Campagna.