Dopo aver percorso tutta la Città, il CORTO STORICO messo in scena dall’Associazione “Insieme Per …”il 24 settembre 2017 scorso, si è ritrovato, come da programma che prevedeva la Rappresentazione dei Momenti Sacri delle Apparizioni di San Michele sulla Montagna del Sole, in Piazza Beneficienza per ridurre in scena gli antichi eventi che la tradizione ci ha tramandato sui Fatti Sacri legati al Culto dell’Arcangelo Michele qui a Monte Sant’Angelo.

Con la regia di Michele Picaro, presidente dell’Associazione, la direzione scenica di Michele Notarangelo e il responsabile del Casting e Costumi affidati a Pasquale Piemontese, Tutta la rappresentazione è stata programmata in tre parti.

-LA PRIMA -

- La presentazione della Rappresentazione ad opera del Presidente di INSIEME PER… (Terra dell’Arcangelo), Michele Picaro, a cui sono seguiti i saluti del Sindaco della Città, Gianpaolo D’Arienzo e l’assessore alla cultura e spettacolo, Rosa Palomba e i saluti del Retore della Basilica di San Michele Arcangelo, Padre Ladislao

- LA PROFEZIA DI DANIELE ( Vecchio Testamento, dove è indicato come il difensore del popolo ebraico e il capo supremo dell’esercito celeste che sta dalla parte dei deboli e dei perseguitati), un balletto eseguito da Daniele Ciavarella e Raffaele Tricarico della Compagnia BA.DA.THEA di Bari, diretta dal M. Nicola Valenzano.

- GARGANO E IL TORO - Con la prenarrazione di Franco Nasuti è stata rappresentata la caccia al Toro da parte del grande proprietario terriero GARGANO che, perso il grande Toro delle sue mandrie nelle boscaglie del suo territorio, si accinse a cercarlo con i suoi servi. Trovatolo in una grotta e non riuscendo a tirarlo fuori, urtato e adirato imbracciò l’arco lo tese è scagliò una freccia in direzione del suo Toro per sopprimerlo. Con grande meraviglia sua e dei presenti, si videro il dardo, dopo essere partito, tornare indietro e colpire egli stesso ferendolo.

Gli interpreti di questa scena, Nicola Notarangelo, Matteo Grilli, Libero Totaro, Matteo Guerra, Pietro Guerra, Matteo Sanchirico, Francesco Berardinetti, Vito Trotta, Leonardo Rignanese e Leonardo Brento.

- APPARIZIONE DI SAN MICHELE AL VESCOVO LORENZO – Gli interpreti principali, Michele Rinalidi e Domenico Palumbo, Hanno interpretato l’apparizione dell’Arcangelo al Vescovo sipontino al quale già il ferito, Gargano, aveva riferito dello straordinario evento capitatogli qualche giorno prima, nella grotta, per dirgli che quello Speco era a Lui dedicato e raccomandargli di erigere un tempio.

- MICHAEL, ANGELUS PACIS interpretato da Giuseppe Quitadamo è il canto che ha concluso la prima parte.

Miky Lauriola

0_MG_1171_MG_6532---Copia.jpg 0_MG_1171_MG_6648_MG_6535---Copia.jpg 0_MG_1171_MG_6648_MG_6538---Copia.jpg

0_MG_1171_MG_6648_MG_6541---Copia.jpg 0_MG_6545---Copia.jpg 0_MG_6547---Copia.jpg

0_MG_6548_MG_1085---Copia.jpg 0_MG_6549---Copia.jpg 0_MG_6558---Copia.jpg

0_MG_6560---Copia.jpg 0_MG_6562---Copia.jpg 0_MG_6564---Copia.jpg

0_MG_6567---Copia.jpg 1_MG_1090_MG_6575.jpg 1__MG_6570.jpg

1__MG_6573.jpg 1__MG_6573_MG_1089.jpg _MG_1069.jpg

_MG_1070.jpg _MG_1074.jpg _MG_1075.jpg

_MG_1078.jpg _MG_1080.jpg _MG_6521.jpg

_MG_6531.jpg