Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

questo sito non fa raccolta dati degli utenti, pertanto non è soggetta al GDPR.

 EVENTUALI BANNER PRESENTI NEL SITO POTREBBERO FARE RACCOLTA DATI NON DIPENDENTI DA NOI. 

logo

 L’ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LE RICERCHE SUI SANTUARI (AIRS) - IL CENTRO DI STUDI MICAELICI E GARGANICI  DELL’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO - L’ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE "G. T. GIORDANI"

organizzano a Monte Sant’Angelo un ciclo di conferenze

Il consigliere regionale Pd, Sergio Clemente, interverrà all’evento di presentazione del libro “Storia d’amore e di guerra”, di Leonardo Scopece, previsto per  giovedì 12 febbraio alle 18, presso la “Sala Della Ruota” di Palazzo Dogana.

     Oltre a Clemente e all’autore, interverranno  Francesco Miglio, presidente della Provincia di Foggia, Silvia Godelli, assessore alla Cultura della Regione Puglia, Italo Maria Scrocchia, docente di “Economia Pubblica all’Università degli Studi di Foggia, e Michelina Boccia, dirigente scolastico, in qualità di moderatrice.

Una famiglia di Milano ha fatto come doni i calendari dei bambini dell’Uganda che hanno rallegrato i festeggianti con il loro sorriso naturale e arricchito l’albero di Natale.

I calendari sono stati acquistati presso l’Associazione del Gargano “i bambini di Antonio Gallo” che s’impegna da lontano e realizza fattive realtà, in Africa, direttamente nelle loro località.

"Nave Campobasso. Marinai molisani in Guerra" è il titolo del libro scritto da Gennaro Ciccaglione (luogotenente dei carabinieri in pensione) in onore dei marinai molisani Tullio Tedeschi e Mario Milano, Medaglie d'Oro al Valor Militare, e dei Caduti delle Navi "Campobasso", "Perseo", "Fulmine" e "Berenice".

Il libro ricostruisce la storia inedita, finora sconosciuta, di un malandato piroscafo, costruito nel 1918 nei cantieri navali di Sunderland, in Inghilterra, che dopo avere navigato sotto bandiera inglese prima e francese poi, alla fine del 1942, diviene preda di guerra della Kriegsmarine a Marsiglia, è donato dai tedesche agli alleati italiani, ribattezzato Campobasso e quindi adibito a trasporto marittimo sulla "rotta della morte", tra i porti italiani e quelli dell'Africa settentrionale.

A 60 anni da quando don Luigi Giussani salì i gradini del Liceo Classico Berchet di Milano per insegnare religione, Comunione e Liberazione ha realizzato un video dal titolo "La strada bella". Il dvd, della durata di 84 minuti, racconta l'oggi del Movimento attraverso immagini da tutto il mondo, documentando che cosa è nato da don Giussani e da chi rivive la sua esperienza ora.

Fede, arte e tradizione sono il trait d’union del percorso dei presepi di Monte Sant’Angelo, un’affascinante percorso dell’anima, dello spirito, dell’artigianato. Una piantina, in cui sono indicate tutte le chiese e i luoghi in cui vedere i presepi, accompagnerà questa visita. Le sette chiese (la chiesa del Sacro Cuore di Gesù, Santa Maria Maggiore, San Francesco, Santa Maria del Carmine, Immacolata Concezione, Basilica di San Michele Arcangelo e Abbazia di Santa Maria di Pulsano) e l’associazione Avis, il centro sociale “San Michele Arcangelo”, la sala conferenze della Biblioteca comunale “Ciro Angelillis” e il Castello ospitano i presepi simbolo della nascita di Gesù Bambino a Betlemme.

Le festività arrecano ancor più danno se non si caricano le batterie all’entusiasmo.

Natale è passato? Prepariamoci ad affrontare con positività il nuovo anno.

Ogni crisi arreca il germe della rinascita il cui seme riesce a rompere il guscio più rigido; così come il coraggio e l’entusiasmo aiutano a superare i momenti difficili, rendendo la vita ancor più bella nel suo splendore.

Nella ricerca dei nostri concittadini in giro per il mondo abbiamo scovato uno scrittore: Giuseppe Sacco  che nasce a Brescia il 01 agosto 1990, ma pugliese d’origine e precisamente della nostra amata Monte Sant’Angelo(Fg), attualmente studia Scienze dell’Antichità presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi di Milano.

Papa Francesco non smette mai di stupirci. Le sue parole, i suoi messaggi sono perle incastonate nel cuore. La saggezza che è in lui, è messaggio gioioso di pace, che affranca i cuori e rasserena le menti. Prima che il Santo Natale diventi sacramento, Sua Santità ha voluto ricordarci con molta umiltà -è nel suo stile- che Natale è Santo se noi lo vogliamo. Ci pone, a noi cittadini del mondo, al centro della festa, chiedendoci riflessione e aiuto per il prossimo. Ci chiede amore. Ecco il messaggio di Papa Francesco sul Santo Natale: "Il Natale di solito è una festa rumorosa: ci farebbe bene un po' di silenzio per ascoltare la voce dell Amore. Natale sei tu, quando decidi di nascere di nuovo ogni giorno e lasciare entrare Dio nella tua anima.