logo

 Vangelo. Gli ultimi posti. Invitare chi non può ricambiare. No. Nella vita non funziona così. Normalmente. In effetti senza la chiave della fede queste parole risultano inutili. Il posto nella vita di ognuno lo assegna Dio e la condivisione con chi non può ricambiare nulla, ha senso perché Dio ha già fatto festa con me invitandomi alla Sua mensa, prima e oltre i miei meriti, e perché i beni da Lui elargiti, se non sono condivisi, perdono il loro vero valore. Può sembrare un discorso fuori dalla storia ma se ci penso bene è cosi anche se io non sono d'accordo. Un padrone di casa può sempre chiedermi di cambiare posto... E i beni, così come vengono, possono andarsene ... Tormenti, ansie e inquietudini da una parte; gioia, gratitudine e senso delle cose dall'altra. La differenza tra una vita in prima persona e basta e una vita che ammette Dio e il Suo operato. Un'altra vita! Ahinoi, quella che ci sfugge mentre cerchiamo ogni forma di primato possibile o proviamo ad accreditarci verso chi può ricambiarci ... Buona e santa domenica. Chiedo ancora, indegnamente, un sostegno nella preghiera. E vi ringrazio per quanto espresso fin'ora!