logo

Spunti di riflessione sul vangelo di domenica 6 settembre

Nella 23.ma Domenica del Tempo ordinario, la liturgia ci presenta il Vangelo in cui Gesù guarisce un sordomuto…e lo fa "parlare correttamente". E noi? Parliamo correttamente?

Ultimamente Papa Francesco a Santa Marta ha affermato: “Fare chiacchiere è terrorismo perché quello che chiacchiera è come un terrorista che butta la bomba e se ne va, distrugge: con la lingua distrugge, non fa la pace”.

Iniziati i lavori per ristrutturare alcuni locali della parrocchia "Santa Maria del Carmine" in Monte Sant'Angelo, finalizzati al progetto "Casa per la Famiglia". Si tratta del desiderio di essere concretamente vicini ai bisogni dei montanari, soprattutto, di quanti hanno la necessità di un abitazione provvisoria, di passaggio, capace di fronteggiare l'improvvisa indigenza di chi non ha un tetto sotto cui dimorare con la propria famiglia. Non un locale "dato a", ma un progetto voluto "per" un fine solidale partecipato.

Spunti di riflessione sul vangelo della XXII domenica del Tempo Ordinario

 “Siate di quelli che mettono in pratica la Parola” (Gc 1,22)

 Come viveva Gesù, cosa faceva durante la giornata. In qualche modo il tema biblico di questa domenica rimanda alle situazioni di frontiera vissute dal Signore. Tanti gli ammalati consolati e guariti, molta la gente ravvivata nella speranza evangelica. Ma anche momenti di intima preghiera, quando Gesù “sfuggiva” all’eccessivo clamore della gente beneficata dal Suo passaggio per rifugiarsi nella solitudine orante. In altre parole, in Gesù c’è il perfetto raccordo tra fede e vita. La Parola, cioè, deve essere efficiente, praticata. Essere semplici ascoltatori (“illudendo se stessi”) significa correre il pericolo di un freddo ritualismo distaccato dalla realtà.

UNA LUCE NELLA NOTTE PER I MONTANARI La chiesa aperta fino a mezzanotte con la possibilità di pregare ed essere ascoltati da un sacerdote. È quanto accadrà Giovedì 13 agosto nella parrocchia di 'Santa Maria del Carmine'. Nel clima delle vacanze estive pregare nella notte anche per Monte Sant'Angelo, per quanti soffrono in questo delicato momento storico.

“Siamo angeli che cercano un sorriso” è l’ultimo dei tre incontri proposti a Monte Sant’Angelo da un gruppo di giovani nel chiostro della chiesa parrocchiale di “Santa Maria del Carmine”. Un percorso aperto a tutti e denominato “incontro intorno al pozzo”, finalizzato ad offrire un sereno e gratuito spazio di confronto su tematiche sociali e culturali.

Sottocategorie