Conclusa la 14^ Giornata del Contemporaneo a Manfredonia - Monte S. Angelo Notizie - ilgiornaledimonte.it

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

questo sito non fa raccolta dati degli utenti, pertanto non è soggetta al GDPR.

 EVENTUALI BANNER PRESENTI NEL SITO POTREBBERO FARE RACCOLTA DATI NON DIPENDENTI DA NOI. 

Manfredonia - Si è svolta con successo la prima giornata di eventi del box culturale "Da vicino nessuno è ancora normale, Basaglia 40 anni dopo" per la 14sima Giornata del Contemporaneo Amaci tenutasi in tutta Italia e promossa a Manfredonia dalla associazione di promozione sociale Stigmamente Arte Media e Psichiatria insieme ad In-Opportunity e Aradia Art.
 Nel primo dei sei eventi di approfondimento e scambio culturale in programma si è parlato della relazione fra Follia e Letteratura. Con un ricco e intenso relazionare lo psichiatra e psicoterapeuta Mario Altamura, ricercatore presso la Cattedra di Psichiatria della Università degli Studi di Foggia, ha illustrato la liason fra il mondo degli studiosi della psiche e la letteratura. Nello specifico ha raccontato, a partire dalle ricerche del suo libro, Follia e Letteratura, l'intenso intreccio fra le vite degli autori e delle loro proprie opere.
Altamura usando un registro narrativo ha descritto le storie di alcune opere a partire dal racconto Gradiva fino a Virgina Wolf  illustrando il proprio metodo di ricerca psicopatologica, riuscendo a coniugare divulgazione scientifica e contenuti che potrebbero sembrare ostici quando si sentono nominare Freud, Lacan o Recalcati. Il pubblico si è mostrato molto ricettivo e interagente.
L'evento rientrava anche nel calendario de Le Giornate della Salute di Stigmamente e FrizzieLazzi Team, consistenti in incontri divulgativi in cui medici ospedalieri, universitari o del territorio parlano di argomenti anche difficili con semplicità.

Il prossimo appuntamento, sempre alle 19 sarà martedi 16 ottobre con l'evento Armonie d'Oriente in cui il maestro di karate, settimo Dan, Giuseppe Vuovolo e lo yoga trainer Paolo D'Apolito illustreranno come mindfulness e resilienza siano accessibili a tutti con la pratica.