Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

logo

 

900 ticket staccati, circa 3mila partecipanti, spettacolari le gigantografie street art

Successo la 30esima edizione che laurea l’evento come uno dei più longevi di Puglia 

ORSARA DI PUGLIA (Fg) – L’Info Point della Festa del Vino ha staccato 900 ticket validi per accedere alla Galleria Enogastronomica. Tra i partecipanti al percorso del gusto e coloro che si sono recati in paese per assistere al concerto dei Nobraino, non meno di 2.500-3000 persone sono arrivate a Orsara sabato 9 settembre. Numeri di rilievo, soprattutto se si tiene conto che, a Lucera e in altri paesi, contemporaneamente si sono svolte altre importanti manifestazioni. “Anche dal punto di vista qualitativo la Festa del Vino è stata un successo”, ha commentato con soddisfazione il sindaco di Orsara di Puglia, Tommaso Lecce. “Le installazioni artistiche, la musica, il teatro e il convegno d’apertura sono stati di ottimo livello”, ha aggiunto il primo cittadino. Piazze piene, tanti giovani al concerto dei Nobraino, e tante famiglie a godersi la serata scoprendo i sapori delle pietanze tipiche e il gusto intenso dei vini presentati dalle 8 cantine partecipanti. "La nuova squadra dei giovani amministratori sta cominciando a dimostrare competenze e affiatamento che, con l’esperienza, produrranno equilibrio per il nostro paese”, ha dichiarato il vicesindaco di Orsara, Rocco Dedda. “Gli eventi organizzati stanno dimostrando che Orsara è meta gradita e intramontabile per il turismo. Stiamo già lavorando per la Giornata della Bandiera Arancione e per il ‘Primo Novembre’, ma non solo: dopo la conquista dei marchi Cittaslow e Bandiera Arancione, ci stiamo impegnando per l’adesione a Borghi Autentici d’Italia”. Soddisfatto anche Michele Zullo, consigliere delegato alla Cultura, coadiuvato da Giuseppe Toccia, VIttorio Cappetta, Michela Del Priore e Orlando Poppa: "Orsara ribadisce la sua attitudine all'ospitalità e all'innovazione. L'amministrazione è orgogliosa del supporto mostrato da quanti credono nei progetti già avviati da anni e che naturalmente sono chiamati a nuove stagioni, a revisioni e crescita. Con le giuste sinergie, eventi consolidati, come la Festa del vino, possono e devono diventare patrimonio di un'intera area piuttosto che di un solo paese". Molto apprezzata la novità delle installazioni street art, con le splendide foto di Nicola Tramonte a creare un racconto nel racconto attraverso le immagini che narrano volti, cultura e costumi orsaresi degli ultimi 40 anni. Tanti i ringraziamenti da parte dell’Amministrazione comunale per l’ottima riuscita dell’evento che, quest’anno, ha celebrato i suoi primi 30 anni di storia: a cominciare da Forze dell’ordine, addetti e volontari per logistica e sicurezza, Pro Loco, Parrocchia, il complesso bandistico Santa Cecilia e l’associazione Orsara Musica. Ringraziamenti anche per i ristoratori che hanno aderito al percorso: Tana dell'Orso, Pizzeria da Paolo, Carpe Diem, Masseria Monte Preisi, Agritursismo Il Brutto Anatroccolo, Ristorante Borgo Antico, Pub Panta Rei e Posta Guevara. L’Amministrazione comunale, inoltre, ha voluto ringraziare i cittadini che hanno messo a disposizione le loro abitazioni, i luoghi e l’attrezzatura per la logistica. Un ruolo importante, e dunque un grazie per merito e impegno, lo hanno svolto fotografi e videomaker, Rocco Martino, Giovanni Mastropieri, le ragazze e i ragazzi dell’Info Point, la squadra dei sommelier made in Orsara, Gina d’Aloia e Elda Fragassi per le installazioni artistiche, Sara Cancelliere per il contributo artistico, Peppe Zullo e Leonardo Guidacci, le Cantine che hanno aderito alla Galleria Enogastronomica, Mariano Cericola, il personale del Comune di Orsara di Puglia che si è rivelato fondamentale per l’organizzazione e le giovani orsaresi che hanno organizzato il flash mob.