Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

Una situazione insostenibile!!!

Una situazione difficile di emarginazione a pochi chilometri dalle nostre abitazioni.

Se a pochi chilometri dal centro del borgo si erge il C.A.R.A. (centro accoglienza richiedenti asilo), una struttura ben tenuta, pulita, ordinata e controllata, purtroppo, a poche centinaia di metri si erge quella che viene chiamata la baraccopoli dell’ex pista, una baraccopoli di extracomunitari di varie etnie, dove le condizioni igienico sanitarie sono fatiscenti. Eppure i residenti di questo agglomerato sorridevano mentre vedevano i capi scout passare accennando a timidi saluti e cercando sorrisi, anche se si leggeva un bel pò di diffidenza nei loro sguardi, nonostante le condizioni di vita di quel luogo sono proibitive, loro lo preferiscono, forse perché l’alternativa potrebbe essere solo peggiore.

È mai possibile tutto questo? Ciò che vediamo in tv è a pochi passi da noi e forse facciamo finta di niente, girando lo sguardo dall’altro lato.

Loro, gli extracomunitari, temono di perdere anche quel poco che hanno, perché uno sgombero forzato potrebbe determinare la perdita di un tetto, che anche se rotto, resta sempre un tetto sotto cui ripararsi, allora ci chiediamo…. gli uomini hanno davvero tutti gli stessi diritti?

Una situazione insostenibile!!!