Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

logo

"Notte di Natale 1223" emoziona centinaia di persone(foto)

"Notte di Natale 1223"  emoziona centinaia di persone(foto)Continua il grande successo per i giovani di Mattinata, Manfredonia, Monte Sant'Angelo, San Giovanni Rotondo e dagli artisti dell' ACSD Danza e Musical di Mattinata guidati da Gigi Arnone e Licia Umberti sui palchi della capitanata. Qualche giorno fa a Manfredonia ed il 23 dicembre a Monte S. Angelo hanno presentato la versione integrale in due atti del musical: “"Notte di Natale 1223" quando San Francesco ideò il primo presepe vivente”, dell’autore e regista Carlo Tedeschi, un successo grandissimo, ma evidentemente meritatissimo

Nello spettacolo sono presenti ragazzi e ragazze non professionisti che grazie alla loro passione e grazie alla guida, ottengono risultati favolosi ad ogni evento che presentano.

Emozione a fior di pelle per i tantissimi presenti, il tempo vola – ci dice uno spettatore – è meraviglioso vedere questi ragazzi dedicarsi a trasmettere il vero senso del Natale con la musica, il canto ed il ballo- conclude lo spettatore da noi avvicinato -.

Vi riportiamo una frase che già abbiamo citato in altri articoli, una frase che scaturisce da una nostra curiosità: “Come fanno a trasformare dei ragazzi in erba, in protagonisti con sicurezza e bravura in poco tempo, la risposta l’abbiamo carpita da Licia Umberti: “Carlo Tedeschi ha avuto fiducia in noi e noi abbiamo fiducia nei ragazzi, questa è l’arma vincente”.

Un forte applauso a tutti i protagonisti bravi e complimenti a: Licia Umberti, Luigi Arnone , Sante Leone, Emanuel Gatta, Angelo Verziera, Sabrina Ciccone, Alessia Angelillis, Martina Trotta, Pasqua Guerra, Angela Fidanza, Ebe Rita Azzarone, Libera del Giudice, Lisa Leone, Pia Clara Notarangelo, Mariajoanna Santamaria, Emanuela del Giudice, Sara Palumbo, Ilario Clemente, Lucia Crisetti, Jolanda Merola, Rita Centonza, Chiara Bisceglia, Luca Ciuffreda.

Foto di Matteo Pio Ciuffreda