Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

logo

Monte Sant'Angelo e l'intero Gargano stretti nella morsa del freddo

Monte Sant'Angelo e l'intero Gargano stretti nella morsa del freddo

In questi giorni tutto il Gargano è sotto la neve a causa di un’ondata di maltempo senza precedenti, con precipitazioni nevose un po’ in tutte le città del promontorio, anche in quelle situate al livello del mare. Le spiagge delle più importanti località balneari garganiche appaiono tutte imbiancate dalla neve, anche se le situazioni più critiche si sono registrate nei paesi dell’interno dove sono state toccate temperature polari con minime anche di -10. Anche a Monte Sant’Angelo situazione critica, ma tutto sommato sotto controllo: i due spalaneve e i mezzi spargisale in dotazione sono stati costantemente all’opera rendendo agibili le strade urbane più importanti e le arterie extraurbane come la Macchia – Monte, che sebbene percorribile con catene o gomme da neve è stata agibile. I pullman di linea nelle giornate di venerdì e sabato però non sono partiti, le strade extraurbane sono rimaste interdette infatti al traffico dei mezzi pesanti.

In città si sono registrati anche altri disagi riconducibili alle temperature glaciali di questi ultimi giorni, disagi che hanno riguardato il funzionamento delle tubature dell’acqua che in alcuni immobili si sono ghiacciate, mentre in molte strade secondarie, la neve pur non raggiungendo uno spessore elevato ha determinato parecchi inconvenienti impedendo il normale deflusso dei veicoli e l’accesso dei pedoni e dei residenti, costretti a spalare la neve, accumulatasi nelle ore di bufera e di vento forte che hanno contraddistinto le giornate di venerdì e sabato. Le precipitazioni sono andate affievolendosi nella serata di sabato, ma sono riprese anche se non copiosamente nella serata di domenica quando per la verità la temperatura, polare, dei giorni precedenti è andata man mano aumentando. Nella giornata di lunedì non ha nevicato mentre da stamattina, martedì 10 gennaio, ha ripreso a nevicare anche se in modo lieve. Le scuole rimarranno chiuse martedì 10 gennaio e mercoledì 11 per motivi di sicurezza e per assicurare l’incolumità della popolazione scolastica, come previsto dalle ordinanze dei commissari prefettizi. Intanto per i prossimi giorni, soprattutto a Monte Sant’Angelo, sono previste temperature ancora al disotto delle medie stagionali, ma le precipitazioni nevose dovrebbero andare notevolmente affievolendosi. A metà settimana arriverà sull’Italia aria atlantica meno fredda e più umida e questa perturbazione proveniente dall’Artico che passa per i Balcani e colpisce in pieno il Gargano dovrebbe attenuarsi. In attesa che tutto torni alla normalità, il parroco di Santa Maria del Carmine Don Domenico Facciorusso ha allestito, all’interno della sua parrocchia, una sala (Casa famiglia) in cui sono messi disposizione dei meno fortunati, soprattutto romeni e stranieri in genere, delle coperte e degli indumenti pesanti oltre che tutto il necessario per fare la spesa.

Matteo Rinaldi