Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

logo

 Continuiamo con le “Pillole di Sicurezza” che ci propone Domenico Renzulli dell’Autoscuola Renzulli.

Così come nel corso della nostra vita emotiva e razionale abbiamo costantemente bisogno di una guida, soprattutto se in età infantile e adolescenziale, così un autista, specie se neo conducente, ha bisogno per orientarsi  durante la guida della segnaletica orizzontale.

Nella mia città, dove quasi sempre questa guida dell’autista è assente, i miei allievi incontrano non poche difficoltà durante le esercitazioni di guida, soprattutto quando ci approssimiamo agli incroci regolati dal DARE PRECEDENZA o dallo STOP. Infatti questi ultimi rappresentano i punti stradali pericolosi per eccellenza   ed andrebbero segnalati in modo chiaro, senza lasciar dubbi sul come comportarsi, onde evitare spiacevoli incidenti.

 Il codice della strada prevede che questi incroci siano segnalati da una striscia trasversale di arresto (in presenza di STOP) o da triangolini bianchi (in presenza di DARE PRECEDENZA), situati all’altezza del punto di maggior visibilità dell’incrocio prima dell’immissione. Ovviamente, la loro assenza non offre la possibilità ai conducenti, specie se poco esperti, di valutare bene il punto preciso dove fermarsi per dare la precedenza e questo è senza dubbio causa di pericolo ed incidenti. E cosa dire degli attraversamenti pedonali? Perché ostinarsi ad utilizzare vernici che durano qualche mese e poi per tutto il resto dell’anno si resta con attraversamenti pedonali invisibili? Esistono altre soluzioni per risolvere questo problema, tipo utilizzare dei marmi o delle pietre bianche (  immuni dal panta rei greco) .  Certo che insegnare alle nuove generazioni ad osservare le regole in un luogo dove mancano i presupposti affinchè ciò avvenga, è molto complicato. Quindi chiudo questo mio articolo con un umile appello a chi di competenza: RENDIAMO PIU’ SICURE LE NOSTRE STRADE CON UNA SEGNALETICA ORIZZONTALE “SEMPRE PRESENTE”  .