Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

Co.Co.Co. COMUNE DI MONTE SANT’ANGELO

Si è conclusa positivamente la vertenza Co.Co.Co - Co Co.Pro del Comune di Monte Sant'Angelo. La notizia è arrivata la sera del 29 dicembre ed è stata comunicata direttamente al sig. Nunzio Gatta che si è occupato della vertenza su incarico dei lavoratori montanari in qualità di rappresentante sindacale.
La trattativa, ha spiegato il sig. Gatta è  durata circa sei mesi. Svariati sono stati gli incontri con i Commissari Straordinari che hanno mostrato grande attenzione, e dei dirigenti comunali Sig. Domenico Rignanese e Dott. Pasquale Rinaldi.
I problemi erano soprattutto di ordine normativo, spiega ancora Gatta e la discussione si è fin da subito incentrata sulla  ricerca di soluzioni capaci di far quadrare i restrittivi vincoli posti dalle leggi vigenti con i giusti diritti dei lavoratori e le necessità dell'ente comunale che, come noto, si avvale della preziosa opera dei predetti lavoratori a costi ridottissimi per l'ente.
I Commissari e i dirigenti comunali hanno sempre riconosciuto l'importanza del lavoro svolto dai lavoratori Co.Co.Co. che, si ripete, a costi ridottissimi svolgono funzioni essenziali per l'ente.
La soluzione trovata era difficile da raggiungere. Si trattava di inserire un emendamento alla legge di stabilità che potesse consentire la continuazione di questi rapporti di lavoro per questa particolare e preziosa categoria di lavoratori.
Ed è stata proprio questo il lavoro svolto dal sig. Gatta che nel corso degli ultimi mesi ha interloquito numerosi senatori (la legge era in discussione al senato) e tra essi spiega Nunzio Gatta, i senatori Dario Stefano, Arcangelo Sannicandro, Cesare Damiano sono quelli che si sono resi più attenti e disponibili e sensibili al tema.
Ed è stato appunto il decreto milleproroghe ad apportare alla fine il correttivo giusto alla Legge di Stabilità.

Quattordici famiglie montanare ringraziano.

L'impegno, continua Gatta, adesso si rivolge alla stabilizzazione definitiva di questi lavoratori. L'augurio è che anche questa vertenza si concluda positivamente. Ci sono speranze.