Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

logo

REGALO DI NATALE DI PESSIMO GUSTO DAL PARCO DEL GARGANO

REGALO DI NATALE DI PESSIMO GUSTO DAL PARCO DEL GARGANO


E’ sempre più evidente la gestione lacunosa del Parco Nazionale del Gargano, basti tenere d'occhio ľalbo online per capire con quanta superficialità l’ente sia amministrato.

Ma veniamo al "regalo":
Con deliberazione del presidente n° 8 del 16/03/2015 il Parco impegnava una somma di 850.000 € per il rifacimento di piazza Carlo D'Angiò. Con deliberazione di giunta n° 68 del 13/12/2016 quelle somme sono state sottratte all'area adiacente al nostro Santuario per essere destinate ad altri luoghi ed altri interventi. Il progetto della piazza è stato oggetto di discussione pubblica e fu addirittura presentato alla città.

La "giunta" del parco è formata da tre membri: Stefano Pecorella (Manfredonia), Rocco Ruo (Carpino) e Pasquale Coccia (Monte Sant'Angelo e membro di “Monte nel Cuore”). La delibera è passata all'unanimità!
Si revoca una decisione importante e lo si fa all'indomani della mancata adesione del nostro Comune alla gestione integrata dei beni culturali con ľente Parco e l'Agenzia del Turismo di Manfredonia.
C'é un nesso tra questi due avvenimenti?

Il riconoscimento Unesco della Basilica di San Michele Arcangelo é stata ed é una opportunitá per tutto il Gargano, abbellirne l'area adiacente sarebbe stato un giusto contributo da parte del Parco.
Possibile che un cittadino di Monte Sant'Angelo permetta uno scippo simile alla nostra città ed addirittura voti a favore? A difesa di queste situazioni dovrebbero convenire tutti, indipendentemente dalla casacca di partito che si indossa. La veemenza e la forza con cui spesso si scaldano i dibattiti politici locali andrebbero messi da parte soprattutto quando c'è da difendere la nostra città. E invece, non solo si permette di sottrarre delle somme già impegnate in favore di Monte Sant’Angelo, ma si vota pure favore. Complimenti!