Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

logo

 

Per non apparire sempre disfattisti e   cacciatori di streghe , abbiamo preferito "dare tempo " all'amministrazione. Ci siamo avvalsi del famoso beneficio del dubbio ed abbiamo lasciato che la "richiesta di contributo speciale , messo a disposizione della Regione Puglia con ordinanza n. 480 del 8/08/2017 , per ripulire le strade dai rifiuti nei comuni pugliesi " giungesse a scadenza. Purtroppo i nostri dubbi sono stati chiariti da una triste realtà : evidentemente il nostro Sindaco pensa che il territorio di Monte sant' Angelo sia talmente pulito da non aver bisogno di un contributo di 25.000,00 per la raccolta dei rifiuti che giacciono sulle strade del nostro territorio s forte vocazione turistica.  Ancora una volta siamo difronte ad un'amministrazione distratta e ad un assessore regionale che calca il nostro palco soltanto in prossimità delle elezioni. Ci viene da pensare che il nostro sindaco non sia stato avvertito dal suo gancio in Regione? Eppure questi sono errori che un Sindaco con delega all'AMBIENTE non può permettersi.
Facciamo un passo indietro nella notte del 21 Luglio , quando un incendio doloso avvampa la giostrina nei pressi del Belvedere. Difronte a questo evento abbiamo una reazione di assoluta inettitudine da parte del governo, i residui altamente tossici della giostrina giacciono al Belvedere per 12 giorni , nel frattempo i cittadini passeggiano e inalano quelle particelle, i residenti sono costretti a chiudere balconi e finestre perché il vento porta la cenere nelle loro case e una bimba rischia il soffocamento, tutto tace, finché una protesta su Facebook non smuove la coscienza del nostro sindaco e si provvede a sgomberare aggravando,  se possibile,  la situazione,  alzando altre polveri tossiche e mettendo a repentaglio anche la salute degli operatori,  ignari del pericolo.  Che dire, dobbiamo comprendere che nello stesso periodo tutta l'amministrazione era focalizzata sul  grave problema "salviamo il Monte calcio " e non poteva occuparsi di rifiuti tossici dove sguazzavano i bimbi in bicicletta. 
Nel frattempo le marchette politiche non tardano ad arrivare , ed ecco che la mano larga dell'amministrazione si apre su un 'associazione (7.000,00 di contributo per gli eventi ) e la stessa mano si chiude su altre associazioni che sono costrette a raccogliere le briciole. Come ciliegina su una torta preparata a dovere, c'è la nomina di una giovane leva del PD , al quale viene affidato il compito di organizzare la festa patronale , con quale criterio ? A Monte sant' Angelo ci sono ragazzi che organizzano eventi per professione , perché non si è indetta una candidatura pubblica con annessi progetti da poter valutare? Tutto questo non rientra nel concetto DI trasparenza tanto acclamato in campagna elettorale! 
E che dire della viabilità,  la città nelle ore mattutine è impercorribile,  macchine ovunque, parcheggi introvabili, furbetti del disco orario e tutto questo sotto gli occhi di un'amministrazione che è impegnata a partecipare alle nozze ed a banchettare . Occorrerebbe ordinare una "viabilità a targhe alterne o a zone" spesso un provvedimento impopolare crea dissenso ma nel contempo mette in ordine una situazione caotica.
 È vero,  un'amministrazione va valutata dopo i famosi 100 giorni ma se questo è lo stato dell'arte non ci rimane che arredare il tunnel !