Anche Monte S. Angelo aveva i suoi carri di carnevale

Grazie a Giuseppe Totaro, vi proponiamo delle immagini relative agli anni 60 del carnevale montanaro.

Eravamo convinti che fosse una tradizione locale quella dei carri, dialogando con un amico, Giuseppe Aulisa, ci ha fatto rilevare in realtà di 'tradizione' non c'era quasi niente, anzi era una rottura rispetto alla vecchia cultura montanara. Erano gli anni '60, appunto-ci dice Peppe Aulisa- . Il carnevale era essenzialmente organizzato dalla goliardia montanara, cioè dagli studenti universitari che studiavano fuori-continua Giuseppe-, che cominciavano a essere numerosi e che, portando in paese gli stimoli culturali esterni, cominciavano a svecchiare l'ambiente montanaro, ancora molto arcaico e legato al mondo pastorale e contadino. Insomma importavano e introducevano 'modernità'-conclude Peppe Aulisa-.

In questi giorni dove nella vicina Manfredonia si perpetua la festa del carnevale, ci è sembrato giusto rimembrare e rispolverare queste manifestazioni, che anche se non appartengono alla nostra diretta cultura, comunque si sono svolte nella nostra cittadina decenni fa.

(foto di Giuseppe Totaro)

La nostra pagina facebook