logo

 Le fanoje rinviate, tanti i commenti, giusti o meno giusti, tante le polemiche che hanno accompagnato la giornata di ieri 18 marzo, giorno in cui la tradizione vuole che si accendano “le fanoje” a Monte S. Angelo. Non vogliamo polemizzare anche noi, ma una riflessione ci va di farla. Gli organizzatori hanno ritenuto opportuno rinviare questo evento, forse anche per farlo gustare meglio, visti gli impegni,sia economici che materiali che tale manifestazione comporta.

Il nostro obiettivo è invece un altro, vogliamo ringraziare i ragazzi che non si sono fatti spaventare dalle previsioni meteo ed hanno voluto essere protagonisti di una tradizione.

Non coloriamo con bandiere politiche un momento di gioia che dei ragazzini hanno creato per il solo scopo di divertirsi, ricorderete tutti l’organizzazione della sfilata di carnevale dove una ragazza e le sue amiche con caparbietà hanno sfidato il meteo ed hanno portato a casa un grosso risultato. Iniziamo a dare più credito ai giovani, forse le cose possono cambiare. Ribadiamo che non è nostro compito stabilire se gli organizzatori hanno fatto bene o male a rinviare l’evento, preoccupiamoci di fare i complimenti a questi ragazzini.

Suggerimento per gli amministratori, sia per l’evento carnevale che per questo della fanoja di ieri sera, invitate questi temerari e premiateli.