Mercoledì 20 Marzo, presso la nostra sede, si è svolta un’assemblea cittadina per discutere della futura gestione del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto per la nostra città.

Durante l’assemblea, che ha visto anche la partecipazione del sindaco dott. Pierpaolo D’Arienzo e dell’assessore dott. Giuseppe Totaro, è stata analizzata la problematica sul piano tecnico - economico, si sono chiariti numerosi interrogativi, ma gli scenari futuri che si prospettano per la nostra città non sembrano essere affatto vantaggiosi.

STATO DI FATTO - Attualmente il servizio di spazzamento, raccolta e trasporto è gestito dalla Tecneco Servizi Generali srl, ma entro il 2020 la gestione sarà per Ambiti di Raccolta Ottimali (ARO). Monte S. Angelo ha manifestato con delibera n°7 del 13 Maggio 2013 l’interesse ad aderire all’ARO FG-1 (Manfredonia, Mattinata, Monte, Zapponeta e S: Giovanni R.), nel quale il gestore unico è stato individuato nell’ASE, un’azienda di Manfredonia che attualmente naviga in cattive acque finanziarie ed offre un servizio poco efficiente. Non è un caso che il comune di

  1. S. Giovanni Rotondo abbia scelto di uscire da questo ambito territoriale. Pertanto, se Monte S. Angelo dovesse aderire all’ARO FG-1 rischierebbe di acquisire parte dei debiti di questa azienda e le inevitabili conseguenze sarebbero la cattiva gestione della raccolta rifiuti e un aumento dei costi a carico dei cittadini.

LE NOSTRE PROPOSTE

  1. Posticipare l’entrata nell’ARO FG-1 facendo continuare la gestione del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto alla Tecneco Servizi Generali srl. Nel mentre cercare soluzioni più adeguete aprendo un tavolo di discussione con l’ASE, da una parte, e con la Regione Puglia dall’altra;
  2.  costruire un percorso politico autorevole che possa spingere i dirigenti dell’ARO FG-1 a cambiare, attraverso una regolare gara d’appalto, l’attuale Gestore Unico del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto;
  3. valutare la possibilità di uscire dall’ARO FG-1 per entrare in un altro ARO;
  4. evitare che le scelte future dipendano da logiche partitiche ( il sindaco ci ha assicurato che metterà al primo posto solo gli interessi della nostra città), noi vigileremo.

E’ una fase molto delicata per la nostra comunità, per questo è necessario unire le forze per costruire autorevolezza politica ed amministrativa.

Commettere degli errori in questo momento potrebbe significare pagare più del dovuto e rischiare di esssere sommersi dai rifiuti.

Il Meetup Monte in MoVimento, pur non avendo rappresentanti in Consiglio Comunale, si attiverà, anche attraverso tutti i propri rappresentanti politici, per dare il proprio contributo affinchè l’attuale amministrazione faccia la scelta più giusta per la nostra città.