logo

 
 
Da 20 mesi, instancabilmente, ci prodighiamo per programmare e progettare il futuro di questa comunità. 
In 20 mesi abbiamo seminato. Molto. 
E anche iniziato a raccogliere. Piano piano. 
Sí, perché la semina è più lunga del raccolto.
 
Abbiamo iniziato a raccogliere, quindi, i primi frutti di un intenso e proficuo lavoro di squadra che spero sia arrivato o stia arrivando anche a voi. 
Rifacciamo la Panoramica, la Villa Comunale e l’ex Ostello della Gioventù. 
Riqualifichiamo l’Istituto Giordani, le scuole, le strade e le piazze del centro. 
In primavera, insomma, Monte diventerà un grosso cantiere: 4 milioni di euro l’ammontare complessivo dei lavori.
 
Roma, Milano, Firenze e Torino, sono state quest’anno le locations da dove abbiamo lanciato il nuovo piano di promozione della città e, per la prima volta, abbiamo organizzato il calendario unico degli eventi, che speriamo si traduca presto in più turisti e quindi in più economia per il nostro territorio.
 
Ma tanti ancora sono i progetti messi in campo finanziati dalla Regione e quelli candidati in attesa di ammissione. 
 
Ma vi scrivo oggi perché, oltre ad aggiornarvi sulle cose belle che stiamo portando avanti, mi tocca ricordare a tutti che anche per quest’anno stiamo provvedendo ad adeguare la TARI, la tassa sui rifiuti. 
Un piano di rientro triennale, ricorderete, per scongiurare un aumento singolo e consistente di più del 30%. 
Per quest’anno è previsto un ritocco di circa l’8% in media per le utenze domestiche e di circa il 3,4% in media per quelle non domestiche.
Per essere più chiari: un’abitazione di 100 mq con 3 abitanti avrà un adeguamento del costo della tassa rifiuti di circa 6 euro a rata, cioè 24 euro in un anno.
 
Ci tengo a ribadire che questa è una situazione che viene da lontano e che, credetemi, nonostante tutti gli sforzi profondibili, nessun amministratore avrebbe potuto evitare perché è la legge ad imporlo. Oggi purtroppo tocca a noi affrontarla; naturalmente non lo facciamo a cuor leggero, ma non ci sono alternative. 
Certo non aiuta il fatto che i costi di smaltimento siano in continuo aumento in tutta Italia e che, la carenza di impianti, ci costringe da luglio 2018 a conferire i nostri rifiuti indifferenziati addirittura a Grottaglie, in provincia di Taranto. 
Per questo motivo invito tutti a differenziare ancor più i vostri rifiuti, applicandovi maggiormente per aumentare la percentuale di raccolta differenziata. Perché solo in questo modo sarà possibile contenere i costi di conferimento in discarica.
 
Sono felice, però, di annunciarvi che ci è stato riconosciuto il finanziamento di 10 milioni di euro per la realizzazione dell’impianto di trattamento e recupero della plastica, finalizzato alla produzione di materia prima secondaria (MPS). Un esempio virtuoso di economia circolare che avvieremo qui a Monte Sant’Angelo e che sarà il fiore all’occhiello dell’impiantistica di tutta la Regione Puglia. Questo ci riempie di orgoglio, perché rappresenta un’importante occasione di sviluppo per il nostro territorio, anche in termini occupazionali.
 
A seguito di questa notizia, possiamo quindi annunciare che in 20 mesi di mandato abbiamo ottenuto circa 20 milioni di euro di finanziamenti per la nostra città. 
 
Continuo a credere che essere il vostro Sindaco sia un compito meraviglioso, ma che mi pone spesso di fronte a decisioni difficili come quella di oggi. Ma il lavorare per incrementare il benessere della nostra comunità mi riserva anche tante soddisfazioni che mi fa piacere condividere con tutti voi.
 
Spero tanto nella vostra comprensione e vi abbraccio tutti, chiedendovi ancora di continuare a riporre la vostra fiducia e il vostro sostegno in questa squadra. 
A presto.
Il vostro Sindaco