Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

questo sito non fa raccolta dati degli utenti, pertanto non è soggetta al GDPR.

 EVENTUALI BANNER PRESENTI NEL SITO POTREBBERO FARE RACCOLTA DATI NON DIPENDENTI DA NOI. 

logo

Buongiorno cari ragazzi e benvenuti a Monte Sant’Angelo, la Città dell’Arcangelo Michele, un combattente a difesa della pace. 
Benvenuti a tutti voi, ben trovato Padre Franco. 
 
“Poiché le guerre nascono nella mente degli uomini, é nello spirito degli uomini che devono essere poste le difese della pace”. 
Questa frase é alla base dell’istituzione stessa dell’UNESCO. 
 
Siamo felici oggi, quindi, di accogliervi nella nostra città, la Cittá dei due Siti UNESCO. 
 
È una gioia vedere i vostri volti, i vostri sorrisi, la vostra allegria.
Oggi celebriamo una grande festa, quella dell’ACR che da sempre accoglie voi ragazzi per insegnarvi a crescere insieme attraverso i valori dell’uguaglianza, della fratellanza, della solidarietà, della giustizia, della sussidiarietà e della dignità.
Soprattutto in questo periodo storico in cui la paura del prossimo, di chi é considerato diverso per il colore della pelle o della religione, spinge a chiudere i cuori, a non vedere la bellezza che si cela nei piccoli gesti, come accogliere, aiutare, ridare dignità a chi è meno fortunato di noi.
Papa Fancesco in questi giorni di Pasqua durante la Via Crucis ha parlato proprio delle nuove croci che affliggono l’umanitá, quelle dei migranti, degli emarginati, delle persone sole rifiutate a causa della durezza dei cuori per questo assume un grande valore simbolico questa giornata e il suo messaggio “A tavola c’è più gusto, apparecchiamo per tutti", un messaggio di accoglienza, di tolleranza, di speranza. 
E per questa giornata di speranza vi ringrazio a nome di tutta la comunità di Monte Sant’Angelo. 
 
Permettetemi di ringraziare e salutare Padre Franco Moscone per essere qui con noi, è da poco il nostro Vescovo ma ha giá fotto sentire forte la sua presenza e la sua vicinanza. Grazie Padre Franco.
Ringrazio, inoltre, tutti gli organizzatori della 43esima edizione del rally della pace che in questi giorni hanno duramente lavorato per tutti noi. 
E ringrazio soprattutto voi ragazzi per la vostra meravigliosa presenza: siete la speranza, siete il futuro, siete la più bella risposta ad ogni forma di chiusura, siete davvero una presenza luminosa.
Grazie a tutti, buon rally della pace... e mettiamoci in marcia!