Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

questo sito non fa raccolta dati degli utenti, pertanto non è soggetta al GDPR.

 EVENTUALI BANNER PRESENTI NEL SITO POTREBBERO FARE RACCOLTA DATI NON DIPENDENTI DA NOI. 

Noi siamo Antonio.
Antonio non può più scrivere quello che pensa.
Antonio vuole scrivere, ma non lo può fare.
Antonio non ha paura, ma potrebbe averne se venisse minacciato.
Antonio è convinto che la libertà di scrivere e quella di parlare siano libertà umane inviolabili.
A chi minaccia chi scrive e parla, dice che la minaccia non è una virtù né politica né amministrativa.
Antonio è certo che chi minaccia ha timore degli altri per le proprie malefatte.
Antonio crede che chi minaccia non vuole un libero parlare, ma un assordante silenzio.
Antonio vuole scrivere e parlare per rendere civile la sua città, ma a chi minaccia non piace la libertà di scrivere e di parlare.
Antonio non teme chi minaccia, perché Antonio siamo tutti noi.
E a noi, come a Antonio, piace la libertà di scrivere, di parlare, ma, in particolare, la libertà di pensare.
E allora, chi minaccia se ne facesse una ragione.
Noi siamo Antonio.
E ci piace la libertà di
Antonio, libero di dire che gli occhi sono fatti per guardare, la bocca per parlare e le orecchie per ascoltare.
Antonio chiede libertà,
forse sono voci, ma non ascolta le voci.
Antonio sogna e, forse, è un sogno.
Noi siamo Antonio.
Rompiamo i silenzi.
#iosonoAntonio

"Movimento Politico per la Difesa Civica"