Spostato a sabato 18 maggio il concerto di Nicola Piovani

Prosegue il Festival Michael nella Città dei due Siti UNESCO, Monte Sant’Angelo. Venerdì 10 maggio, doppio appuntamento: alle ore 20, nell’Auditorium “Beato Bronislao Markiewicz” del Santuario di San Michele Arcangelo, in programma la lettura/spettacolo “Francesco Boneri VS Cecco del Caravaggio” con il noto attore Enzo Decaro, il drammaturgo Gianmaria Cervo e lo storico dell’arte Gianni Papi, uno dei massimi studiosi di Caravaggio; alle ore 18, invece, nella Parrocchia “Santa Maria del Carmine”, la presentazione del libro “Racconti di un pellegrino rosso. Via Micaelica da Salerno a Monte Sant’Angelo” di Matteo Bergamelli. Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero.

 

+++ “Il concerto ‘La musica è pericolosa’, in programma a Monte Sant’Angelo l’11 maggio, per lieve indisposizione del Maestro Piovani, verrà spostato a sabato 18 maggio” – fa sapere la produzione del Premio Oscar. +++

Chi è il misterioso bresciano Francesco Boneri, autore dell'imponente graffito che si trova sulla scalinata che conduce alla Grotta dell'Arcangelo Michele a Monte Sant'Angelo? 

È un membro della famiglia di pittori che annoverò tra i suoi quel Francesco Boneri che passò alle cronache e alla storia col nome di Cecco del Caravaggio, essendo stato allievo, modello e amante di Michelangelo Merisi, l'artista visivo del passato più venerato dei nostri giorni?

O è un semplice omonimo?

Il drammaturgo Gian Maria Cervo racconta la situazione, ricca di connotazioni junghiane e le incredibili coincidenze che lo hanno portato a supporre che l'autore del graffito potesse essere Cecco del Caravaggio, che lo hanno portato a scrivere un film con il giovane filmmaker siciliano Francesco Di Mauro e a studiare i rapporti di Cecco del Caravaggio con i maestri di varie discipline artistiche della Brescia del Rinascimento, da Savoldo a Gasparo da Salò.

Gianni Papi, massimo esperto mondiale di Caravaggio e caravaggeschi, fornisce i pochi dati certi della vita di Cecco e ricostruisce il momento in cui è riuscito ad identificarne la vera identità. 

Nel frattempo il grande e popolare attore Enzo De Caro legge brani, rime e documenti scritti da amici di Caravaggio che assumono ora il carattere di enigmatici indizi e coincidenze ora il carattere di testimonianza del virtuosistico ambiente di artisti che influenzò il grande maestro della pittura. 

Una serata da non perdere che esalta la passione della ricerca e si interroga sulle potenzialità dell'invenzione linguistica. 

Alle ore 18, invece, nella Parrocchia “Santa Maria del Carmine”, la presentazione del libro “Racconti di un pellegrino rosso. Via Micaelica da Salerno a Monte Sant’Angelo” di Matteo Bergamelli, con don Domenico Facciorusso e Domenico Sergio Antonacci.

“Vi è mai venuta voglia di partire da soli, senza portare nulla con voi, per fare un viaggio di fede? Un'avventura nel Signore? A me sì! Questa estate sono partito a piedi, da solo e senza soldi, sulla Via Micaelica, da Salerno a Monte Sant’Angelo in compagnia di tre grandi amici: San Matteo Apostolo (Salerno), Padre Pio (Pietrelcina e San Giovanni Rotondo) e San Michele Arcangelo (Monte Sant'Angelo). Trecento chilometri di cammino, fede e sorprese della Provvidenza, tra incontri inaspettati e panzerotti pugliesi D.O.C, tra paesaggi mozzafiato e tradizionali tarantelle del Gargano. Condivido questo diario di bordo per rendervi partecipi dei passi che ho fatto, fuori e dentro di me, nella certezza che se “il Signore è il mio pastore, non manco di nulla” – spiega nella quarta di copertina Matteo Bergamelli, 29 anni, bergamasco, #PellegrinoRosso, programmatore informatico che vive a Padova, attivamente impegnato nella vita social e conduttore di una trasmissione radiofonica cattolica “Il Signore, Bergamelli!”.

FESTIVAL MICHAEL, IL PROGRAMMA PROSEGUE: Sabato 11 maggio, ore 18 | Sala convegni Santuario, “LE ARMI E IL POTERE: L’ARCANGELO LONGOBARDO”: chiusura mostra e presentazione catalogo mostra nazionale “Longobardi in vetrina”; sabato 18 maggio, ore 20.30 | Piazza Duca d’Aosta, NICOLA PIOVANI in concerto.

GLI EVENTI COLLATERALI – Fino all’11 maggio la mostra “Il principe alato” di Stefania Guerra; sabato 11 e domenica 12 la “Macchia-Monte Sant’Angelo historic”; sabato 11 doppio appuntamento con i progetti #inPuglia365: il progetto “Il Gargano di Matteo Salvatore” al Museo etnografico Tancredi con il reading musicale e la degustazione (info e prenotazioni 3891450508) e il progetto “Mangia, prega, ama… il Gargano” con le visite guidate al Santuario, a Pulsano e i laboratori e le degustazioni (info e prenotazioni 0882412703). Inoltre, in programma anche quattro laboratori didattici per ragazzi al Museo Tancredi: due laboratori di archeologia (“I piccoli vasai” domenica 5 maggio e “Archeologi per un giorno” mercoledì 8 maggio) e due laboratori gastronomici “Con le mani in pasta” (“Il pane” venerdì 4 maggio” e “la pasta” venerdì 10 maggio); info e prenotazioni: Pro Loco, 0884565520.

 

MONTE SANT’ANGELO, LA CITTÀ DEI DUE SITI UNESCO - Monte Sant’Angelo è sede di ben due Siti riconosciuti Patrimonio mondiale dell’Umanità tutelato dall’UNESCO: le tracce longobarde nel Santuario di San Michele Arcangelo [2011, nell’ambito del sito seriale “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d. C.)”]; le faggete vetuste della Foresta Umbra (2017, nell’ambito del bene transnazionale “Antiche faggete primordiali dei Carpazi e di altre regioni d'Europa”). Inoltre, negli ultimi anni sono arrivati altri importanti riconoscimenti: nel 2014, il National Geographic inserisce la Sacra Grotta dell’Arcangelo Michele tra le 10 Grotte Sacre più belle al mondo: la Grotta di Monte Sant’Angelo è l’unica italiana presente nella classifica dell’autorevole rivista americana; nel 2017 Skyscanner (tra i maggiori motori di ricerca relativi ai viaggi) inserisce Monte Sant’Angelo tra le venti città più belle d’Italia; sempre nel 2017, la Regione Puglia inserisce il Comune nell’elenco regionale dei “Comuni ad economia prevalentemente turistica e città d’arte”; nel febbraio 2018 la guida verde della Michelin assegna il massimo riconoscimento al centro storico, le tre stelle.

Ampio il partenariato della seconda edizione di “Michael. Festival del patrimonio culturale, spirituale, naturale, enogastronomico”. Promosso da: Città di Monte Sant’Angelo - Assessorato alla cultura, turismo, istruzione, Regione Puglia – Assessorato Industria turistica e culturale, Ente Parco Nazionale del Gargano, Padri Micheliti del Santuario di San Michele Arcangelo, Centro Studi Micaelici e Garganici dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro; con il patrocinio di: Pugliapromozione; in collaborazione con: Amici della musica, DUC – Distretto Urbano del Commercio, Ecogargano, Fisa club, Insieme Per, Italia Langobardorum, La Pacchianella, Museca, Pro Loco.

 

#Michael2019 l’hashtag ufficiale per seguire il racconto del Festival sui principali social network.

www.montesantangelo.it _ www.turismomontesantangelo.it

Per informazioni: 0884 562062 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - @infopointMonteSantAngelo