Un’invasione di turisti e pellegrini a Monte S. Angelo

 La giornata di ieri a Monte S. Angelo sarà ricordata come una delle giornate più affollate mai viste, un fiume in piena. Migliaia di turisti hanno partecipato e reso gioiosa la festa del santo patrono.

La basilica di San Michele presa d’assalto dai pellegrini. Dalle prime ore dell’alba Monte si era riempita di devoti che volevano assistere alla messa. I padri micaeliti hanno ben pensato di mettere un maxi schermo che è stato utile per far vivere la celebrazione ai tanti che non sono riusciti a scendere nella sacra grotta.

La processione iniziata alle 17 ha visto la partecipazione di migliaia di fedeli, un fiume di gente che non finiva mai, centinaia di metri di processione con fedeli che hanno partecipato in religioso silenzio e preghiera, guidata dal nostro beneamato arcivescovo padre Franco Moscone, che sempre più riesce a farsi voler bene dal popolo dei fedeli della nostra città.

Tanti  ragazzi ed adulti, volontari,  hanno mostrato il volto dell’accoglienza a chi ne aveva bisogno, offrendo un piatto di pasta caldo, altre parrocchie hanno organizzato la colazione, qualche pizzeria ristorante ha offerto pizze, insomma il vero volto dei montanari è venuto fuori ancora una volta.

In un post, il comitato festa scrive: “Il nostro Pastore, Padre Franco ed il rappresentante della nostra Città, il Sindaco Pierpaolo d'Arienzo, accompagnano la statua del Santo Patrono in processione.”

Non sono mancati i disagi, prevedibili e comunque difficilmente gestibili, migliaia di auto e centinaia di pullman sono saliti nella città dei due siti unesco, paralizzando e congestionando il traffico, i vigili hanno fatto ciò che hanno potuto, ma la quantità di arrivi è stata superiore ad ogni previsione.

Se per Clementino e Dolce Nera era prevedibile un afflusso eccezionale di persone, lo stesso non si poteva dire per la banda. Ieri sera al concerto bandistico c’erano centinaia di persone, cose che non si vedevano dai tempi  antichi. Ai maestri della banda musicale va un grande applauso per ciò che ci hanno fatto ascoltare, complimenti a tutti, al maestro Quitadamo, ed a tutti i maestri che ci hanno deliziato.

Oggi l'ultimo evento con il cabarettista Dado.

Arrivederci al prossimo anno.

La nostra pagina facebook