logo

In questi giorni ogni buon cittadino di Monte S. Angelo si sta cimentando nella raccolta differenziata, con non pochi problemi, inevitabili però, poiché la raccolta differenziata cambia lo stile di vita della gente.

Uno dei problemi che più frequentemente si incontra è l’esatta collocazione di alcuni rifiuti, ieri una signora ci ha inviato un quesito via mail, dove ci chiedeva se il cartone delle pizze da asporto, sporco di olio o mozzarella vada messo nei cartoni o nell’indifferenziata. Un altro commento con foto ci faceva notare che in una zona molto popolata come è Piazza Giovanni Paolo II ex Piazza Vischi, forse bisognerebbe aumentare la dotazione dei cassonetti per la raccolta della carta e della plastica visto che il passaggio per la raccolta degli stessi è previsto per un solo giorno a settimana.

È del tutto normale che ci siano questi dubbi, sarebbe opportuno che il comune si dotasse di un numero verde che risponda a questi quesiti, magari utilizzando il numero verde per i rifiuti ingombranti già presente sul sito istituzionale.

Cerchiamo di rispondere alla signora sulla questione del cartone della pizza.

 I contenitori della pizza da asporto sono solitamente realizzati in cartone o cartoncino e spesso riportano sopra di essi simboli inequivocabili che ne indicano la possibilità di riciclo. Attenzione però: la possibilità di conferire nella raccolta della carta i cartoni della pizza vale solamente per le porzioni di essi che risultino completamente pulite. Se dai contenitori di plastica o di vetro è solitamente semplice rimuovere residui di cibo, sporco o unto, la stessa regola non vale per i cartoni della pizza, così come nel caso di tovaglioli e fazzoletti di carta o di altri analoghi dispositivi usa-e-getta, che sarebbe bene evitare il più possibile per diminuire la quantità dei rifiuti prodotti quotidianamente da ciascuno di noi e dalle nostre famiglie.

Se le parti di cartone intonse possono essere destinate alla raccolta differenziata della carta, dove gettare le porzioni sporche ed unte? Nel caso nel vostro Comune di appartenenza non venga effettuata la separazione e la raccolta della frazione organica dei rifiuti urbani, esse dovranno essere conferite nel cassonetto dei rifiuti indifferenziati.

 Mentre per quando riguarda i cassonetti facciamo appello per incrementare il numero nella zona interessata.

 Cogliamo l’occasione per chiedere al Sindaco se è possibile da parte dell’ente, la pubblicazione degli elenchi di coloro che non pagano la TARSU, magari in questo modo tutti sarebbero invogliati a voler mettersi in regola.