Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

questo sito non fa raccolta dati degli utenti, pertanto non รจ soggetta al GDPR.

 EVENTUALI BANNER PRESENTI NEL SITO POTREBBERO FARE RACCOLTA DATI NON DIPENDENTI DA NOI. 

Povera mme',

appe'se da tanta timpe

se'nze ca nisciune

me cure e m'appre'zze;

prime tene've cumpagnie

nda tutte li stre'de

mo' so rume'se sola sola

abbandune'te allu winte,

ai tempe'ste e alla ne'gghie.

           Sotte e sope

           n nanze e ire'te

     come nu pupazze:

vuie nn ve n'accurgite

ma ije nn so' de pezze.

   Quanta uagnune

  eje fatte n'ammure'

 quanne passe'vene pli stre'de

e me vede'vene alle'rie alle'rie,

       nn fe' ninte

     ca kike volte

   me face'vene me'le

          pli mazze.

Ije li vede've da sope

   e ce rere've

   pecche' ie'rene nnuce'nte;

              ma mo'

me sparene e m'appicene

e sbattene pure li me'ne

a mizze a tanta fu che.

            Che'ie fatte

pe ie'sse tratte'te accussi'.