Strade dissestate in Capitanata, l'intervento di Giandiego Gatta - Monte S. Angelo Notizie - ilgiornaledimonte.it

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

questo sito non fa raccolta dati degli utenti, pertanto non è soggetta al GDPR.

 EVENTUALI BANNER PRESENTI NEL SITO POTREBBERO FARE RACCOLTA DATI NON DIPENDENTI DA NOI. 

logo

"Centinaia di cittadini che, per ragioni prevalentemente lavorative, si trovano ogni giorno a dover percorrere strade dissestate, dove da tempo immemore non si effettuano le opere di manutenzione. È l'odissea quotidiana a cui sono costretti coloro che dai Comuni di Ascoli Satriano, Stornarella, Orta Nova, Stornara, Cerignola e Carapelle devono raggiungere l’area industriale di San Nicola di Melfi. Gli incidenti sono all'ordine del giorno: le popolazioni a cavallo tra la Puglia e la Basilicata si trovano a rischiare la vita per recarsi sul luogo di lavoro. Una situazione che è stata rappresentata nel tempo, sia dalle emittenti e testate locali, sia dal tg satirico di "Striscia la Notizia". Purtroppo, però, nulla è servito per destare l'attenzione degli enti preposti, che da sempre manifestano solo insopportabile disinteresse. Per questo, ho depositato un'interrogazione diretta al presidente Emiliano e all'assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti Giannini: chiedo di sapere se siano a conoscenza (difficile sostenere il contrario!) della gravissima situazione e se nel Piano Regionale della Mobilità e Trasporti siano stati programmati lavori per il ripristino delle condizioni di sicurezza per le strade che collegano la provincia di Foggia al polo industriale di San Nicola di Melfi, e dell’intera Capitanata, dal Subappennino al Gargano. Se nulla è stato previsto, intendo conoscere la loro posizione a riguardo, se siano disponibili a convocare subito tutte le istituzioni competenti in questa direzione. Prima che sia troppo tardi!".