Trova la tua culla e comincia da lì.

Fatti grembo per ciò che, stanco, giace morente ai bordi del niente.

Comincia a nascere di nuovo dalle cose che hai perduto.

Trova la tua paglia, metafora della tua essenzialità e deporrai le maschere.

Staziona nella tua mangiatoia e fatti pane per chi pane non ha.

Ospita la povertà di chi non ha trovato posto perché è lì il tuo posto.

Rientra nella tua grotta e verrai di nuovo avvolto in fasce.

Sarai immerso in un abbraccio cosmico.

In un afflato divino dove la tua carne va in sposa al tuo creatore.

Non c'è bisogno di altro per chi nasce dalla luce del proprio desiderio.

La tua stella è già alta e splende dentro di te.

Nessun potere la potrà mai spegnere.

Spogliati e ritroverai la nudità della tua anima.

sarà il freddo a scaldarti

mentre il cuore brucia per un amore nuovo.

Fai entrare il bue e l’asinello

e il creato gioirà in te.

Dio nascerà se tu rinascerai.

E’ ora di rialzarti!

Fatti deporre e regnerai.

Sarai re se ti farai fratello.

Sarai padre e madre se saprai che prima sei stato figlio amato e cercato.

Vedo già stuoli di cammelli che solcano la strada della tua immaginazione

per unificare l’Oriente e l’Occidente che da sempre si cercano e mai si trovano.

Non temere Erode e Cesare.

Hanno già perso perché hanno paura della tua fragilità.

Nasci e li disarmerai con il gemito della tua speranza.

Con il sogno di chi sa morire.

Con la mitezza di chi, potente, ha rinunciato ala forza.

Preparati per l’Egitto perché anche là ci sono schiavi da liberare.

Coscienze da risvegliare.

Vi andrai lì da esiliato,

ma presto tornerai per proclamare che la liberazione è ormai arrivata.

E’ dentro di te.

Sappi però che la culla presto si trasformerà in sepolcro.

Non per trattenerti ma per farti chicco che, morendo,

promette la spiga di un grano nuovo

che avrà come misura tutta l’eternità.

Fai incontrare in questa notte l’altra notte.

Le due notti della vita.

Quella della nascita e quella della morte.

Perché l’alba che comincia oggi non ha rivali.

Se oggi nascerai, l’amore oggi nascerà con te.

E allora sarai Dio.

Perché Lui che si è fatto te

Ora vuole che tu diventi Lui.