Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

questo sito non fa raccolta dati degli utenti, pertanto non è soggetta al GDPR.

 EVENTUALI BANNER PRESENTI NEL SITO POTREBBERO FARE RACCOLTA DATI NON DIPENDENTI DA NOI. 

logo

 Concluso l’ VIII Campionato Invernale di Vela d’Altura “Città di Manfredonia” organizzato dalla Lega Navale: il trofeo challenge a Tridente

 Con una prova particolarmente impegnativa per gli equipaggi, il 2 febbraio scorso si è concluso  l'VIII Campionato invernale di vela d'altura “Città di Manfredonia”, organizzato dalla locale sezione della Lega Navale Italiana. La gara su un percorso a bastone si è svolta con 20 nodi ( circa 37 km/h) di vento. Ma è stato soprattutto il mare molto mosso a mettere a dura prova le capacità fisiche dei regatanti. Nonostante questo, imperterriti sono scesi in campo di regata gli equipaggi di ben 18 imbarcazioni su un totale di 24. Nel corso della giornata si è verificato un peggioramento delle condizioni meteo-marine, tanto che la seconda prova prevista non si è potuta svolgere.

 Ad imporsi, in quest'ultima gara,  è stata Indigo, la barca del Presidente della Lega Navale, Lorenzo Di Candia,  timonata dal figlio Michele, che ha avuto l’onore ed il piacere di ospitare come regatante il Presidente dell’VIII Zona FIV Alberto La Tegola.

 Una delle novità del Campionato di quest’anno è stato l’istituzione del Trofeo Challenge “Città di Manfredonia”, da assegnare al primo classificato della classifica Overall (ossia tutte le barche con certificato di stazza). Il trofeo è stato conquistato dall’imbarcazione Tridente, il Grand Soleil 39 armato da Roberta Manfredonia e timonato dal fratello Franco.

 Durante la cerimonia di premiazione,  svoltasi nel pomeriggio presso la sede sportiva di Miramare, il Presidente La Tegola ha attribuito grande risalto all'impegno della Lega Navale sipontina: “il Campionato invernale di Manfredonia -ha detto- è diventato un evento significativo per il territorio e punto di riferimento anche per gli altri centri velici della regione, come ad esempio Bari, che conta un numero di imbarcazioni stanziali molto superiore a quello della Lega Navale di Manfredonia alla quale -ha aggiunto- va riconosciuto il merito di aver fatto crescere questa competizione in un tempo molto breve. Di Candia, con il suo staff, ha dimostrato di lavorare bene e in modo coinvolgente, come testimonia la presenza di imbarcazioni provenienti da circoli di altre province pugliesi. Il mio auspicio è che l'attrazione per questo evento agonistico, che assicura sempre regate esaltanti, possa estendersi anche a nord del Gargano, verso le regioni del medio Adriatico”.

 Il presidente Di Candia ha voluto anche dare il giusto riconoscimento alla persona da cui è partita l'idea di istituire un campionato invernale: “il socio Claudio Pecorella che tanti anni fa si adoperò affinché fosse destinata una somma del bilancio a piccole veleggiate nel periodo invernale, strutturatesi in una vera e propria manifestazione agonistica che incontra sempre di più il favore dei “lupi di mare”. Una ulteriore novità introdotta in questa ottava edizione è rappresentata dal numero di prove complessive: 12 di cui ben 10 disputate, suddivise tra percorsi a bastone, a tringolo e costiere da Manfredonia a Mattinata”.

 “Prove che sono state scaglionate in quasi 4 mesi di Campionato, iniziato a ottobre e concluso ai primi di febbraio, con le più disparate condizioni di vento: da vento leggero -ha evidenziato il Consigliere allo sport della LNI, Matteo Troiano- fino alle raffiche a 45 nodi della penultima gara di domenica 26 gennaio che hanno messo a dura prova le capacità tecniche dei regatanti.  L'entusiasmo, la passione per la vela e lo spirito competitivo che hanno pervaso l'intero svolgimento del Campionato, dicono ancor più dei numeri di questa ottava edizione che ha visto ulteriormente incrementare il numero delle iscrizioni e confermare il successo della nostra manifestazione sportiva. Il ringraziamento mio e della sezione va a quanti hanno contribuito alla realizzazione dell'evento, in particolare al socio Matteo Segreto che ha coordinato l’organizzazione in mare, coadiuvato a Michele Totaro e Luigi Vitale, al socio Michele Guerra con il figlio Nicola che ha messo a disposizione la propria imbarcazione quale barca comitato, risultata molto utile soprattutto nelle giornate di pioggia, e all’amico Ernesto Castigliego che con la presenza costante del suo gommone ha consentito la disposizione dei vari campi di regata. Inoltre voglio ringraziare tutti gli ufficiali di regata che hanno garantito la regolarità del Campionato, alcuni amici di vecchia data della nostra sezione come Giacomo Infante, Vito Moretti,Giulio Torre, Giovanni Lombardi, altri che con l’occasione hanno potuto apprezzare la proverbiale ospitalità della Lega Navale di Manfredonia e sono certo torneranno a trovarci quali Stefano Antoncecchi, Maugeri Bartolomeo ( che ha anche tenuto un seminario sui certificati di stazza), Ferdinando Capobianco, nonché agli ufficiali di regata soci della Sezione Claudio Pecorella, Matteo Riccardi, con una particolare menzione al Socio Enrico Santoliquido, aspirante ufficiale di regata, che con la sua completa disponibilità e spirito di abnegazione ha risolto una serie di imprevisti garantendo  la regolarità della composizione dei Comitati di regata.

 Le classifiche finali:

Crociera/regata: 1° Tridente (armatore Roberta Manfredonia LNI Mf), 2° Indigo (armatore Lorenzo Di Candia LNI Mf), 3° Rubens (armatore Riccardo Rosati LNI Trani).

Gran crociera: 1° Yemanja II (armatore Maurizio Capunzo LNI Mf), 2° Asch (armatore Fabrizio Rizzi LNI Mf), 3° Dugondo (armatore Vincenzo Martinelli LNI Mf).

Veleggiata: 1° Lady (armatore Vincenzo Lisanti LNI Mf), 2° Calaspido (armatore Compagnia del Gargano LNI Foggia), 3° Ambrosia (armatore Gaetano Natale LNI Foggia).

 La Lega Navale Italiana Sezione di  Manfredonia ha dato appuntamento alle prossime manifestazioni che saranno la Regata dei Trabucchi, con la suggestiva partenza in  notturna, e la Regata del Gargano manifestazione ormai consolidata della tradizione velistica della nostra città.