Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

questo sito non fa raccolta dati degli utenti, pertanto non è soggetta al GDPR.

 EVENTUALI BANNER PRESENTI NEL SITO POTREBBERO FARE RACCOLTA DATI NON DIMPENDENTI DA NOI. 

logo

  Insalata, sedano, fave e patate. È tempo del raccolto per sei persone in povertà e per gli operatori Caritas che si affiancano come tutor nella singolare e fruttuosa iniziativa. Si tratta del progetto che a Monte Sant'Angelo la Caritas della parrocchia “Santa Maria del Carmine” ha offerto a quanti sono in condizione di fragilità, in difficoltà economica a causa della perdita del lavoro. “Più che dare alimenti -ha sottolineato il parroco don Domenico Facciorusso- stiamo provando a dare dignità. A chi ci chiede aiuto offriamo anche gli strumenti per avviare un proprio riscatto sociale. L'orto solidale, realizzato anche con un contributo dell'otto per mille alla chiesa cattolica e la messa a disposizione gratuita del terreno, viene ad essere il luogo dove guadagnarsi il vivere, l'ambito terapeutico in cui si gratifica l'autostima compromessa dal non avere un lavoro". In questi giorni nella Caritas del “Carmine" si offrono i prodotti biologici che la madre terra ha regalato ai singolari lavoratori dell'orto solidale avviato nel mese di novembre. Dietro una libera offerta si possono gustare i prodotti dell'orto Caritas. Il ricavato del progetto, senza fine di lucro, è a sostegno delle famiglie in sofferenza economica. “La speranza va sostenuta con i fatti -sottolinea don Domenico- con una solidarietà appassionata ed intelligente, che sa coinvolgere nella positività altra gente. Sarebbe auspicabile una sana contaminazione culturale e sociale verso quanti hanno la dignità compromessa dalla crisi economica. Il progetto dell'orto solidale sarà allargato ad altre persone che assistiamo con l'emporio cittadino, dove, mediante il volontariato interparrocchiale, si distribuiscono alimenti a tante famiglie montanare”.


Officina Creativa