Il pensiero biblico della domenica di don Gaetano Saracino - Solennità del Corpus Domini

Vangelo Un evidente bisogno umano (mangiare) fa dire agli apostoli: 'Congeda la folla'. Gesù rilancia con una espressione felicemente ambigua: 'voi stessi date loro da mangiare'. Ossia: provvedete voi; ma anche: voi stessi sarete cibo da dare a loro. Il punto è questo: basterà per loro quel che abbiamo? Basterà per loro quel che siamo? È qui che nasce l'Eucaristia. Essa è un incontro: quel che è nostro quando diventa Suo, basta per tutti. Il Vero Corpo e il vero Sangue di Cristo non sono solo un sacrosanto e vero dono del Cielo ma sono un dono celeste fatto di cose mie: il frutto del mio lavoro, del mio sudore, della mia fatica, delle vicende liete e tristi della mia vita. E noi lo mangiamo. Perché tutto diventi celeste, santo: la gioia, il dolore, la salute e la malattia, i successi e le sconfitte. In questo noi siamo membra vive del Corpo di Cristo. Cuore che batte, carne che pizzica. Se Lui ha trasformato persino il mio peccato in una storia d'amore per me, cosa non farà con tutto il resto della mia vita? Buona giornata eucaristica a tutti e a ciascuno.

La nostra pagina facebook