logo

Il festival internazionale del cortometraggio di Manfredonia sposa il progettoUn’impresa per A.M.I.C.A.” coinvolgendo una trentina di adolescenti sui temi dell’antimafia sociale e della cittadinanza attiva

 Da tredici anni a Manfredonia estate fa rima con “Corto e Cultura”, il festival internazionale del cortometraggio organizzato dall’Associazione Angeli di Annarita Caracciolo.  L’immancabile appuntamento con la “settima arte” (in programma il 31 luglio ed il 1° agosto 2020) – che nel corso degli anni ha visto la partecipazione e la premiazione di registi ed attori poi affermatisi nel loro ambito professionale a livello nazionale ed internazionale – quest’anno, oltre a numerose novità e la consueta grande partecipazione di corti di qualità in gara (all’incirca 700), vede il consolidamento del rapporto di stretta collaborazione con “Un’impresa per A.M.I.C.A.”, progetto (dell’ATS “Daunia è Puglia”, composto dal soggetto capofila “Arci Travel” di Stornara, Comune di Manfredonia, ENAC Puglia e Associazione Angeli ) che vede coinvolti una trentina di adolescenti ed ha come obiettivo quello di creare una filiera della legalità economica e sociale che faccia da modello di sviluppo virtuoso del territorio, in coerenza con l’avviso pubblico N. 2/2017 “CANTIERI INNOVATIVI DI ANTIMAFIA SOCIALE: EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA ATTIVA E MIGLIORAMENTO DEL TESSUTO URBANO”.

La collaborazione con “Corto e Cultura” rappresenta il culmine delle attività del secondo anno di attività di “Un'impresa per A.M.I.C.A.”, che si traduce in giornate tematiche che prendono il nome di “Strada Facendo”, all'interno delle quali i partecipanti al progetto mettono in pratica ed a disposizione della comunità le nozioni e le esperienze acquisite durante il percorso formativo che, oltre ai valori fondanti dell'antimafia sociale e della cittadinanza attiva, sta puntando con successo sulla scoperta e valorizzazione del talento e delle skills dei giovani del territorio.

Davvero d'eccezione la location scelta a fare da prestigiose quinte per la XIII^ ed. di “Corto e Cultura”: gli Ipogei Capparelli di Siponto, la necropoli più antica della Daunia. Il 31 luglio è prevista la proiezione di “Mai per sempre” di Fabio Massa e di “Il passaggio segreto” del sipontino Stefano Simone; il 1° agosto l’attesa serata delle premiazioni.

Nello specifico i giovani partecipanti a “Un'Impresa per A.M.I.C.A.” sono direttamente coinvolti nella realizzazione delle attività di “Corto e Cultura” e presenteranno per la prima volta al pubblico, degli sketch aventi come tema l'affermazione della legalità e del senso civico elaborati durante le ore curriculari attraverso lezioni specifiche tenute da esperti professionisti. Inoltre, i ragazzi saranno coinvolti nella giuria popolare del Festival ed avranno modo di conoscere ed interagire con registi ed attori per accrescere le proprie competenze.

Tutti gli appuntamenti in programma sono stati organizzati ottemperando alle vigenti normative sulla sicurezza e distanziamento sociale. Pertanto, si chiede ai gentili invitati di indossare la mascherina e tenere un comportamento consono all’interno dell’area di svolgimento dell’evento.