Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

logo

Rimetto il rossetto

Rimetto il rossetto,

si

proprio quello rosso

che hai bandito

dalla mia femminilità

con le altre cose

a me più care:

le idee,

i sogni,

la libertà.

Le hai recluse

dietro le sbarre

di un amore ipocrita,

ree

di aver attentato

al tuo essere maschio

educato

a partorire

il comando,

il dominio,

il possesso.

Oggi

rimetto il rossetto

si

infilo i sogni ai piedi

e mi vesto di sole.

Sono raggiante,

finalmente,

e corro!

Corro

fuori

a riprendermi

il mio essere femmina

educata,

a partorire

la libertà:

maschi liberi

femmine libere.

Corro!

Appena sull’uscio

trovo

ad attendermi,

spalancato,

il Mondo,

 maschio e femmina,

il mio Mondo

quello che avevo messo

 in tasca,

al riparo,

credevo,

dove tu

ci hai messo le mani

e lo hai,

vile,

 stuprato.

Rimetto il rossetto

si

e quel mondo

lo riporto con me.

Ritrovo

quella che sono.

Sono viva,

di nuovo!

 

Libera Filomena Taronna