Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

logo

 

I Giovani Democratici di Capitanata, dopo aver lanciato il video di sensibilizzazione «non è amore se..», organizzano un dibattito in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Le donne in politica vengono facilmente etichettate: dalla definizione di despota a quella di mamma nazionale. Tutto quello che fanno alimenta la tentazione dei mezzi d’informazione di infilarle in scatole preconfezionate, che si tratti del loro taglio di capelli, dei vestiti o delle scarpe.

Sarà questo il punto di partenza per affrontare le tante sfaccettature della violenza. Durante l’iniziativa, che vedrà anche la partecipazione della neo Segretaria Provinciale del PD, Lia Azzarone, verrà affrontato il linguaggio dei media e i sottili o espliciti meccanismi che contribuiscono a trasformare la violenza sulla donna in un fatto privato, nell’esito di un conflitto, sottolineando le responsabilità di chi viene uccisa o aggredita e attenuando quelle dell’aguzzino.

Occorre capire che non ci sarà alcuna parità di genere se non formale e di facciata senza una cultura di genere egualitaria, e quindi senza un linguaggio che tratti le donne solo come corpo.