Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

logo

Agrumi. Mongiello: "Ai produttori del Gargano risorse dal fondo agrumicolo e per gli agrumeti caratteristici"

"L'area agrumicola del Gargano è stata inserita tra le zone destinatarie degli aiuti straordinari stanziati dal Parlamento per fronteggiare l'emergenza produttiva e rilanciare la produzione di agrumi". Lo afferma l'on. Colomba Mongiello, componente della Commissione Agricoltura della Camera, all'esito dell'incontro con il sottosegretario alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Giuseppe Castiglione ed i rappresentanti delle organizzazioni dei produttori, tra i quali il presidente del Consorzio Gargano Agrumi Alfredo Ricucci , svoltosi nel pomeriggio di ieri nella sede del Ministero.

"La siccità e le alte temperature hanno gravemente danneggiato i frutti e ridotto le rese per piante, con punte anche del 30% nelle zone più calde.

Nella riunione, a cui ho partecipato, è stato dato un impulso anche alla definizione dei regolamenti per la ripartizione del fondo agrumicolo, 10 milioni per il triennio 2018-2020, e del fondo destinato agli agrumeti storici, 3 milioni per il 2017, destinati dal Parlamento, su mia proposta, a recuperare e salvaguardare gli agrumeti caratteristici delle aree a rischio di dissesto idrogeologico.

Grazie alla sinergia con le organizzazioni di produttori e la Regione Puglia, il Gargano è rientrato, unica area pugliese, tra le zone destinatarie delle misure di sostegno. E sempre gli agrumeti storici del promontorio saranno tra i principali beneficiari del fondo orientato a fermare il degrado e l'abbandono del territorio ed a riconoscere il valore nazionale di un inestimabile paesaggio formato da un intreccio secolare di natura e di cultura.

Fino all'ultimo giorno utile della legislatura - conclude Colomba Mongiello - eserciterò tutta la pressione istituzionale necessaria a far sì che le imprese agricole ottengano le risorse stanziate per superare la crisi e migliorare la capacità produttiva".


Officina Creativa