Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

logo

 Più di due anni fa, nel marzo 2015, veniva a mancare con una morte tragica e inaspettata, alla sola età di 17 anni, una mia alunna che allora frequentata il terzo liceo classico “A. Moro”. Il suo nome è Mariarosa.

In questi giorni se fosse rimasta in vita si sarebbe diplomata come è accaduto ai suoi amici di classe. Ho voluto ricordarla con questo breve pensiero.

Quando si parte insieme per arrivare a una meta, e, giunti, manca qualcuno, allora ti ricordi di chi manca. 

E' quello che è capitato tre anni fa, quando, con la tua prematura dipartita ci hai costretti a maturare prima del tempo....prima del diploma. 

Prima che le prove orali e scritte ci sfidassero e i numeri e i voti chiudessero questo percorso tu ci hai messi di fronte ad una prova ben più grande: perderti. 
Hai aperto in noi tutti una ferita che ci ha riportati al punto zero della vita. Punto di leva o di ulteriore ricaduta.

Ci hai costretti a fare i conti con la tua assenza....con il vuoto che hai lasciato. Ma le tracce da te sparse ti hanno resa sempre presente tra i banchi e tra di noi. 

Sei stata tu la nostra prima prova. E molti di noi sono stati costretti a diventare "grandi" prima del tempo. 

Ci hai insegnato a perdere, ma proprio perchè ci ha insegnato a perderti ora possiamo ritrovarti. 

Siamo giunti a questo traguardo mentre tu ci eri arrivata prima di noi. e non per avere un pezzo di carta, in voto, ma per avere un posto nella vita di ciascuno di noi. 
E poichè il tuo volto è sempre tra noi, ora sappiamo che i nostri volti sono anche i tuoi. 
E se siamo volti e non voti, anche tu con il tuo lo sei sui nostri.

 

Buon Diploma Mariarosa.

Il tuo prof.