La Giunta municipale, con l’assenza del Sindaco, con propria deliberazione n. 26 del 18 febbraio 2019 ha approvato il Piano dei fabbisogni di personale per il triennio 2019-2021.

Nel corso del 2018 sono andati in pensione n. 8 dipendenti comunali.
Per il 2019 l’Amministrazione comunale ha programmato di assumere n. 1 istruttore di vigilanza (categoria D), n. 1 operatore di vigilanza (categoria C), n. 1 Assistente sociale (categoria D), n. 1 Spec. Atti Amministrativi (categoria D), n. 2 autisti (categoria B), n.2 geometri a tempo parziale (categoria C), e di stabilizzare n. 3 L.S.U. (categoria B) di cui n. 2 a tempo parziale.

La lettura di questo provvedimento della Giunta comunale ci suggerisce tre semplici osservazioni, se si guarda all’interesse generale.

La prima è che non è prevista alcuna assunzione nel settore del Turismo e della Cultura. Eppure Monte S. Angelo, come quasi ogni giorno afferma il Sindaco, è la “Città dei due siti Unesco”.

La seconda è che una sola figura di Assistente sociale è poco rispetto alle esigenze di una popolazione piuttosto anziana e con fasce di marginalità sociale abbastanza consistenti.

La terza è che è del tutto ingiustificata l’assunzione di due geometri, seppure a tempo parziale, poiché il nostro Comune ha attualmente in servizio di ruolo n. 1 architetto, n. 1 ingegnere (è rientrato definitivamente da Mattinata l’ingegnere Trotta) e n. 2 geometri.

A CHE SERVONO O MEGLIO A CHI SERVONO ALTRI DUE POSTI DI GEOMETRI?
DICEVA L’ON. ANDREOTTI CHE “A PENSAR MALE SI FA PECCATO, MA SPESSO SI INDOVINA”.

Il Movimento “Verso il Futuro” chiede che questo argomento venga portato in Consiglio comunale per l’emanazione di un atto di indirizzo, a cui la Giunta comunale dovrebbe uniformarsi, trattandosi comunque di un provvedimento di programmazione.

Monte S. Angelo, 23 febbraio 2019 “VERSO IL FUTURO”