Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per continuare la navigazione,  clicca sul pulsante per chiudere.

questo sito non fa raccolta dati degli utenti, pertanto non è soggetta al GDPR.

 EVENTUALI BANNER PRESENTI NEL SITO POTREBBERO FARE RACCOLTA DATI NON DIPENDENTI DA NOI. 

Con Delibera n. 26 del 18 febbraio 2019, l’Amministrazione d’Arienzo ha adottato il fabbisogno di personale per il triennio 2019-2021. Nella Delibera, dai contenuti molto seri (a proposito, come mai, per un argomento così importante, il Sindaco e l’Assessore al Personale erano assenti?), si possono leggere diverse novità che fanno capire che, ancora una volta, CambiaMonte non ha programmato, ma ha solo dato numeri. Quando si stabilisce la dotazione del personale, infatti, si dovrebbe avere un’idea di quello che si vuole fare, del programma che si vuole attuare (a dire il vero, CambiaMonte ha archiviato il programma dal giorno stesso in cui ha vinto le elezioni!) per dare una speranza di futuro alla città: tutte cose che con CambiaMonte non sono successe; nella delibera nulla è detto che possa giustificare la loro scelta piuttosto che non un’altra.

Nonostante si aumentino le tasse e si spendano i soldi dei cittadini anche in modo allegro, in due anni di amministrazione la città non riesce ancora a capire cosa CambiaMonte voglia fare, cosa intenda mettere in atto per rilanciare il Turismo, la Cultura e gli altri settori economici della città. Per esempio, se da un lato può andare bene che Monte venga pubblicizzata fuori regione e all’Estero, è anche vero che i beni artistici e architettonici vanno curati e “coccolati”: non è possibile non sapere il destino del Museo Tancredi.

Nella delibera salta all’occhio una cosa importantissima: d’Arienzo e CambiaMonte vogliono assumere altri due Geometri, come se l’ufficio tecnico abbia bisogno di tecnici e non di personale amministrativo. Forse CambiaMonte non sa che, nei giorni scorsi, la Commissione straordinaria di Mattinata ha inteso sciogliere la convenzione con il Comune di Monte e far rientrare l’Ingegnere che, quindi, andrà a dare man forte all’ufficio tecnico che sarà composto da architetto, ingegnere e due geometri, peraltro, coordinati da un sovraordinato!

FORZA ITALIA pone alcuni interrogativi all’Amministrazione CambiaMonte:

  • Visto che nella Delibera nulla è detto, qual è il motivo per cui si è deciso di fare il concorso per altri due Geometri?
  • Perché, invece del concorso per altri due Geometri, l’Amministrazione non pensa di rilanciare il settore turistico-culturale della città, con una figura rispondente alle esigenze di una città Unesco dal respiro internazionale?
  • Perché, invece del concorso per altri due Geometri, in una città dove le emergenze sociali sono sempre più frequenti (marginalità, disoccupazione, disagio mentale, vecchiaia ecc.) non si pensa di irrobustire il settore dei Servizi Sociali con più di un Assistente sociale?
  • Perché, invece del concorso per altri due Geometri, non si pensa di rilanciare un settore strategico come l’ufficio agro-forestale viste le vaste dimensioni del patrimonio boschivo? Oggi l’entroterra, con i suoi allevatori e agricoltori, soffre della totale assenza di visione strategica e di programmazione di CambiaMonte.
  • Perché, invece del concorso per altri due Geometri, non si pensa di incrementare il Corpo di Polizia Municipale con altri Agenti? La nostra città, mèta di numerosi turisti, ha necessità di un controllo capillare del territorio e di una presenza assidua nelle strade a sostegno di chi ci vive o ci viene per visitare.

FORZA ITALIA ritiene che la programmazione fatta dall’Amministrazione d’Arienzo, oltre ad essere superficiale, risponda solo a logiche di freddi numeri e manchi chiaramente di un progetto di futuro per la città.

FORZA ITALIA auspica che, quanto prima, la Giunta d’Arienzo e CambiaMonte inizino a dialogare con la città per capire quali siano le vere esigenze dei cittadini: è chiaro a tutti che, chiusi nel palazzo, hanno perso ogni contatto con la realtà, mantenendo solo un dialogo virtuale attraverso i social! Ma Monte non è una realtà virtuale, è una realtà concreta in cerca di una strada. (Fonte: Forza Italia – sez. di Monte Sant’Angelo)