logo

Si svolgerà, venerdì 14 giugno, nell’auditorium Bronislao Markiewicz, annesso al santuario di San Michele a Monte Sant’Angelo, la quarta edizione di Music and Faith, ad iniziativa dell’associazione Acceptus Mundi, presieduta dal direttore artistico Michele Cocomazzi e dalla vicepresidente Annarita Stanco. Il sangiovannese Cocomazzi, quest’anno, ha messo in piedi un cartellone musicale di tutto rispetto allo scopo di rendere concrete le finalità dell’associazione Acceptus Mundi, volta a favorire la cooperazione fra gli Stati a livello internazionale promuovendo la pace nel mondo e la serena convivenza fra i popoli attraverso la musica. Darà il via allo spettacolo, previsto per venerdì sera alle 19.30, Giovanna Nocetti, che canterà una versione inedita dell’Ave Maria, accompagnando la sua performance canora con una chitarra acustica adatta ai concerti live. Si esibirà nella serata di venerdì, di fronte ad una platea variegata, anche il tenore Dario Sebastiani che eseguirà il “Nessun dorma” per omaggiare il compianto Luciano Pavarotti, scomparso qualche anno fa, inimitabile nelle sue performance canore, di cui il “Nessun dorma”, di Giacomo Puccini, era uno dei pezzi forti che non potremo mai dimenticare. La serata sarà presentata dalla vincitrice, lo scorso anno a Roma, del premio Multiethnic fashion, Nicole Severo. Nella serata di venerdì è attesa anche l’esibizione canora di Maria Luigia Martino, cantante lirica, reduce da un grande successo a Roma dove si è esibita dinanzi al Ministero, dipartimento Arti e Tradizioni popolari. Il duo (Mik Yami), poi, composto da Michela Parisi e Ilenia Fiorentino eseguirà un medley di musica leggera, con, alla tastiera, il musicista Filippo Cocomazzi. Sarà presente anche la curatrice, per conto dell’associazione culturale “Il mondo blu”, dei rapporti internazionali Romania-Italia, Mihaela Mitrut, un’affezionata di Music and Faith, fine tessitrice dei rapporti, a livello artistico e relazionale, fra il Bel Paese e la Romania. Il progetto Music and Faith è ormai abbastanza avviato e quest’anno giungerà alla sua quarta edizione per promuovere i giovani talenti musicali del panorama nazionale e mondiale attraverso il contributo e il conforto della fede, che dona serenità allo spirito; per questo è stato scelto come titolo della manifestazione Music and Faith ovvero Musica e Fede, alludendo allo stretto legame che esiste fra l’arte musicale e la spiritualità religiosa . Invitato anche il giornalista televisivo sportivo Stefano Bucci che avrà modo di farsi conoscere dal pubblico di Monte Sant’Angelo. Il simbolo dell’associazione Acceptus Mundi (ovvero l’ambone, comunemente detto leggio, presente nella cripta della basilica) verrà donato, come riconoscimento-souvenir, agli artisti che si esibiranno nella serata. L’opera, conservata nelle cripte del santuario, costituisce un esemplare di gran pregio di ambone (ovvero il leggio da cui si divulga il Vangelo nelle funzioni religiose), a forma di aquila, creato dallo scultore medievale, Acceptus (XI sec.), la cui riproduzione, realizzata dall’artigiano-scultore della pietra garganica, Francesco Lauriola, verrà offerta in omaggio ai cantanti e ai musicisti protagonisti della serata. Le riproduzioni dell’ambone dell’Acceptus sono state ricavate dalla pietra garganica, prelevata dalla cava, di pietra di Monte, che sorge lungo la strada per Manfredonia dalla quale nel passato si prelevava la pietra da costruzione con cui si edificavano i palazzi e le abitazioni di Monte Sant’Angelo e dei paesi vicini.  Sarà della serata anche l’afgano Atai Wali, scampato alla persecuzione nel suo Paese perché contrario al fondamentalismo islamico dei Talebani afgani, non nuovo a presenziare ad appuntamenti come quello di venerdì sera. Importante anche il contributo, finalizzato alla riuscita della serata-evento, per la quale i biglietti sono stati quasi tutti impegnati, della presidente onoraria dell’associazione, Francesca Rettondini. Si ringrazia per la messa a disposizione dell’auditorium Markiewicz (dove avrà luogo lo spettacolo musicale organizzato da Acceptus Mundi), padre Ladislao Suchy, priore dei micaeliti che amministrano il santuario di San Michele, un importante luogo di culto  entrato nel patrimonio dell’Umanità dell’Unesco per via delle testimonianze longobarde contenute all’interno del Museo lapideo. Vanno ringraziati, inoltre, i componenti della associazione Acceptus Mundi: Annarita Stanco, Bonifacio Gravina (presidente vicario), Antonio Tamburrano (economo), l’avvocato Antonio Vigiano (segretario). Un plauso va anche all’UGR 27 di protezione civile, al Servizio Sanitario Volontario di Monte Sant’Angelo, al tecnico audio-luci Loris Capone, alla responsabile video e foto Michela Lauriola, e infine ai Carabinieri e alla Polizia municipale della città micaelica. Appuntamento a venerdì 14 dunque, alle 19.30, anche se molto probabilmente l’inizio dello spettacolo, atteso ormai come un evento che ritorna ogni estate a Monte Sant’Angelo, slitterà di qualche decina di minuti.

Matteo Rinaldi