Con la fine dell’estate torna in primo piano, ad occupare l’interesse degli appassionati, l’argomento “sport” in vista delle nuova stagione 2019-2020. A Monte Sant’Angelo la stagione che partirà a breve vedrà impegnate tre compagini cittadine in differenti discipline: il calcio a 11, il calcio a 5 e il basket. Nel calcio a 11 tornerà lo United Monte Sant’Angelo (allenato dal quarantaseienne Nico Germinale), che disputerà il campionato di seconda categoria dopo il ripescaggio avvenuto nelle settimane scorse per ragioni inerenti il rispetto delle regole di disciplina sportiva (vinta la coppa disciplina nella stagione 2018 -2019). Nico Germinale avrà a disposizione una rosa composta di giocatori più esperti (abituati alla categoria) e calciatori più giovani, quasi tutti provenienti dal vivaio montanaro che già l’anno scorso si sono distinti nel campionato di terza categoria ottenendo un onorevole settimo posto. Al via invece il 14 settembre il campionato del Futsal Monte Sant’Angelo, la squadra di calcio a 5, della città micaelica, che si ripresenterà ai nastri di partenza per un nuovo avvincente campionato di serie C1. La campagna abbonamenti per questa nuova stagione agonistica sta andando alla grande con centinaia, diremmo migliaia, di tessere vendute, un ottimo risultato in termini di popolarità per il team allenato da mister Matteo Ciliberti, ex calciatore del Futsal (Garganus) negli anni scorsi. Ma quest’anno ci sarà anche il basket a tenere desta l’attenzione degli sportivi e degli appassionati montanari. L’associazione Nuovo Basket ha infatti in programma di allestire una squadra che parteciperà al campionato di Prima Divisione, dopo ben 5 anni di assenza dal panorama agonistico locale. Quest’anno Antonio Quitadamo (presidente) e Pasquale Vaira (segretario), oltre allo staff di istruttori, prepareranno i ragazzi montanari (che praticano il basket) ad un campionato di Prima Divisione che si annuncia già molto agguerrito. I giovani montanari allenati in questi anni dal ventitreenne Antonio Armillotta, istruttore e nello stesso tempo caposquadra del team (che prenderà parte al prossimo campionato di pallacanestro federale di Prima Divisione), sono in procinto di effettuare l’iscrizione, in vista del debutto previsto per la fine di ottobre o inizio novembre. Al fine di essere tutti pronti per il gran salto nella pallacanestro agonistica, l’associazione Nuovo basket sta facendo le cose per bene. E’ in atto la campagna tesseramento di affiliazione dei tanti praticanti montanari alla federazione per un movimento che è ad un buon livello. Per ciò che concerne il settore giovanile, infatti, i dirigenti hanno saputo investire nei giovani e nei ragazzi del vivaio. In questi anni le lezioni di minibasket si sono sempre tenute e numerosi sono stati i bambini che hanno potuto beneficiare degli insegnamenti di Antonio Armillotta, Fabio Di Iasio e Giancarlo Lombardi, quest’ultimo veterano della pallacanestro angiolina, ormai utile anche dal punto di vista della direzione tecnica e non solo come giocatore esperto, in grado di dire ancora la sua, nonostante i suoi 45 anni. In questi giorni si stanno definendo i parametri per organizzare il team che prenderà parte ai campionati agonistici, cosa che senza dubbio comporterà un esborso economico non indifferente, magari con il contributo dell’amministrazione comunale della città micaelica e con gli sponsor locali, che in certe occasioni diventano importantissimi per creare le condizioni economiche e finanziarie necessarie a sostenere le spese di affiliazione talvolta molto gravose. In città c’è già molto entusiasmo per questa nuova avventura agonistica della squadra di pallacanestro locale, e c’è chi è già pronto a scommettere su un campionato che potrà regalare ai tifosi montanari tante soddisfazioni. Le partite si svolgeranno al Palazzetto dello sport di Via del Presepe, dove peraltro si giocano di sabato gli incontri di campionato del Futsal Monte Sant’Angelo. Non resta che augurare alle formazioni montanare di farsi onore nei rispettivi campionati, ricordando l’importanza della pratica sportiva per i giovani e i meno giovani.

Matteo Rinaldi