PREMIO "VIRGO FIDELIS" anche Pietro Paolo Mascione vice presidente di Ultimi è stato premiato

Una storia mozzafiato, quella raccontata da Mascione in un post, ve la proponiamo:

"Spesso la vita mi ha chiesto tanto. Interminabile lista di gioie e dolori, di emozioni profumi e valori. Ecco la mia vita cosa mi ha richiesto...
Ho conosciuto Luisa a otto anni quando, durante un Natale, uno dei tanti, mia sorella andò via. Fu un carabiniere, che in quel momento faceva il piantone alla Guglielmi di Foggia, ad instillarmi il dubbio chiedendomi se Cinzia, vestita di tutto punto,andasse via con gli zii di San Severo. Avevo otto anni e salii le scale di casa con un pugno nello sterno che mi tagliava il respiro. Il mio dubbio stava prendendo forma. Erano gli anni '80, quelli dei caldi Natali trascorsi in famiglia ma il mio non era con gli stessi parenti. Tra me e mia sorella c'era uno squarcio nella vita. Componevo il puzzle ma non riuscivo mai a completarlo per la mancanza di qualche tessera. Lo guastavo e lo ricomponevo senza esiti positivi. Quando mio padre mancava, vivevo in un continuo stato di emergenza,come un palestinese,sempre pronto a mettere su qualche strambo stratagemma pur di difendere mia madre e mia sorella. Qualcosa non mi quadrava e anche se abitavo in una caserma dei Carabinieri, non mi sentivo sicuro. Sapevo dov'era la Beretta che mi poteva salvare, ci poteva salvare. E come se non bastasse conoscevo anche dov'era la Ruger. Le guardavo con familiare rispetto, senza curiosità alcuna, che più si addirebbe ad un ragazzino di nemmeno otto anni di età. Poi fu mia zia a dissipare le nubi mettendomi di fronte ad una mostruosa realtà. Poi Cinzia. Il mio dubbio divenne certezza, la mia certezza verità, quest'ultimo il mio demone. Ma ancora lei, Luisa ad accompagnarmi tra le curve della mia vita. Da Padova a Scampia. Tra le piazze colme di manifestanti fino alle piazze piene di giovani disperati pronti a bucarsi. Una presenza che ho sempre sentito nei casi limite. Una preziosa e manifesta presenza.
Ancora una volta io e te, soli."

La nostra pagina facebook