logo

Essere neopatentati oggi è senza dubbio più impegnativo e pericoloso di 20 anni fa.

In 20 anni di carriera da istruttore di guida, su un campione di circa 4.500 allievi, ho assistito ad un mutamento generazionale di grande portata. I diciottenni di oggi, rispetto ai loro coetanei del passato sono continuamente distratti  da un uso improprio del telefonino durante la guida e dalla numerosa tecnologia offerta dai veicoli moderni al loro interno (navigatori satellitari e sofisticatissimi impianti audio musicali), che nati per rendere i veicoli più sicuri e confortevoli, diventano estremamente pericolosi se usati male (leggere ed inviare messaggi, programmare il navigatore durante la guida, cambiare continuamente brani musicali dal telefonino all’impianto audio del veicolo attraverso il sistema bluetooth e nel frattempo, come in passato, continuare a fumare).

A questi fattori negativi, va aggiunto il considerevole aumento dei pericoli sulle strade, dovuto al maggior numero di veicoli circolanti, nonché a strade sempre più vecchie e dissestate, all’aumento dei veicoli in circolazione, certamente più sicuri ma anche con motorizzazioni sempre più potenti che, grazie al notevole aumento del mercato dell’usato, hanno prezzi più accessibili a ragazzi ancora inesperti.

Ma un fattore che accomuna i neopatentati di oggi a quelli del passato è l’assenza di memoria storica.

Nella corteccia cerebrale e nell’amigdala, situata nel sistema limbico del nostro cervello, vengono immagazzinati tutti gli avvenimenti traumatici  del passato che, al verificarsi di una situazione simile, si ripresentano alla mente dandoci la possibilità di prevenire quanto già accaduto di simile, evitando così un incidente stradale. Un neopatentato, essendo privo di queste esperienze passate (conserva nella propria memoria storica solo pochi eventi avvenuti durante le lezioni di guida), è molto più a rischio, in quanto nel momento del pericolo non arriverà in suo soccorso la memoria storica.

Mi congedo da  questo mio terzo articolo,  lanciando un monito a tutti i neopatentati: NON DIMENTICATE MAI CHE LA GUIDA DI UN VEICOLO, SPECIE PER VOI, COMPORTA RISCHI NOTEVOLI E NON SEMPRE CALCOLABILI E PERTANTO  NON FATE I SUPEREROI, PERCHE’ QUANDO GUIDATE NON SIETE IN UN VIDEOGAMES.