logo

 I cittadini hanno diritto a un’informazione completa e corretta. Per questa ragione, i Movimenti politici “Forza Italia” e “Verso il Futuro” avvertono il dovere di ricostruire tutta la vicenda del progetto di sistemazione della Piazza Carlo d’Angiò.

Il 6 novembre 2014, il Sindaco Antonio di Iasio chiedeva al Parco Nazionale del Gargano un finanziamento straordinario per la riqualificazione della Piazza Carlo d’Angiò, ricadente nella Buffer zone, in seguito al riconoscimento del Santuario dell’Arcangelo quale Patrimonio dell’Umanità.

In data 17 marzo 2015, l’Ente Parco trasmetteva al Comune la Deliberazione Presidenziale n. 8 del 16 marzo 2015 con la quale veniva accolta la richiesta di un finanziamento straordinario per la sistemazione della Piazza Carlo d’Angiò, presentata dal Sindaco di Iasio.

Il 20 marzo 2015, con propria Deliberazione n. 41, la Giunta Comunale del Sindaco di Iasio accettava il finanziamento di 850 mila euro, autorizzando il Parco Nazionale del Gargano ad intraprendere tutte le azioni necessarie per la realizzazione dell’intervento.

Il 28 maggio 2015, il Consiglio Direttivo del Parco Nazionale ratificava la Deliberazione Presidenziale n. 8/2015.

Il 7 luglio 2015, l’Ente Parco approvava il progetto preliminare di riqualificazione della Piazza Carlo d’Angiò.

Il 9 aprile del 2018, l’Ente Parco richiedeva al Comune “l’individuazione esatta e messa a disposizione delle aree interessate all’intervento di sistemazione e riqualificazione della Piazza Carlo d’Angiò”.

Il 13 aprile 2018, con propria Deliberazione n. 57, la Giunta Comunale metteva a disposizione dell’Ente Parco le aree richieste, compresi i locali adibiti a bagni pubblici e la scalinata di collegamento alla Via Rago.

Il 1° giugno 2018, il Parco Nazionale incaricava l’arch. Pasquale Emanuele Bisceglie di redigere la progettazione definitiva dell’intervento di sistemazione di Piazza Carlo d’Angiò.

Il 24 gennaio 2019, l’Ente Parco approvava il progetto definitivo presentato dall’arch. Pasquale Emanuele Bisceglie in data 17 dicembre 2018.

Il 12 settembre 2019, la Sovrintendenza di Bari esprimeva il parere favorevole sul progetto predisposto dal Parco Nazionale del Gargano.

Il 20 dicembre 2019, l’Ente Parco conferiva all’arch. Pasquale Emanuele Bisceglie l’incarico di redigere il progetto esecutivo dell’opera per attivare, successivamente alla sua approvazione, la procedura di gara per l’affidamento dei lavori.

QUESTO È L’ATTUALE STATO DELL’ARTE! Quando, nei prossimi mesi, i lavori saranno eseguiti, la nostra Città avrà raggiunto uno straordinario obiettivo di riqualificazione dell’area circostante il Santuario dell’Arcangelo.

Abbiamo ricostruito l’intera vicenda per “DARE A CESARE QUEL CHE E’ DI CESARE”. E IN QUESTO CASO “CESARE” SONO IL PRESIDENTE DEL PARCO PROTEMPORE E IL SINDACO ANTONIO DI IASIO! (Fonte: Forza Italia e Verso il Futuro – Monte Sant’Angelo)