Come il Padre “ricco di misericordia” non smette mai di “mostrare il suo amore per gli uomini, attraverso lo sguardo compassionevole di Cristo”, così la “missione della Chiesa è rendere accessibile a tutti questo sguardo e l’azione salvatrice di Cristo”.

 Per offrire al più vasto numero possibile di pellegrini, di fedeli la possibilità  di celebrare il Giubileo, l’arcivescovo mons. Michele Castoro aprirà la Porta della Misericordia, nella Basilica-Santuario di S. Michele Arcangelo, a Monte Sant’Angelo, sabato 19 dicembre, alle ore 18.00.

 Il fermento nelle varie parrocchie è grande, i pellegrini e fedeli si incontreranno per poi fare un pellegrinaggio verso la Reale Basilica dove avverrà l’apertura e quindi far partire l’anno giubilare anche nella nostra città.

All’evento oltre alle parrocchie parteciperanno anche le associazioni cattoliche presenti sul territorio.

Per ottenere l’indulgenza il fedele deve fare il pellegrinaggio, la riconciliazione e conversione, l’accostamento all’eucarestia ed il pentimento per i propri peccati, queste le condizioni essenziali.